Alvaro Morata risponde alle domande dei bambini: video intervista

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Alvaro Morata risponde alle domande dei bambini video intervista

La conferenza stampa di stamani mattina di Alvaro Morata a Vinovo, che ha risposto a molte domande da parte di un gruppo di bambini. Allo Juventus Center 21 giovani Junior Member hanno giocato a fare i giornalisti intervistando l’attaccante della Juventus e della nazionale spagnola, che ha dato molti consigli su come diventare dei campioni di calcio.

L’intervista di Alvaro Morata ai baby giornalisti

Ecco alcune domande fatte ad Alvaro Morata questa mattina a Vinovo da parte dei bambini. Di seguito il video con l’intervista.

C’è qualcuno con cui hai fatto più amicizia? Con tutti, ho un rapporto buonissimo con tutti, non c’è nessuno che sia una brutta persona, sono tutti degli amici. Alla Juventus non solo puoi fare allenamento qua, ma puoi andare fuori a pranzare, a cena, al cinema. Vado d’accordo con tutti in particolare con il mio compagno di camera, lo porto sempre a casa perché non ha la patente di guida lui. È un grande campione e una persona con un grande cuore.

Quale partita della tua carriera vorresti rigiocare e perché. Bella domanda questa… Vorrei rigiocare la finale di Champions perché mi è rimasta nel cuore a me e a tutti i tifosi juventini.

Ci dai un consiglio per diventare bravi come te? Un consiglio per diventare bravo è prima di tutto che dovete divertirvi giocando a calcio e non pensare di arrivare ad essere professionista. Se sei bravo e fai una bella vita e non fai delle cose che non devi fare, per diventare un giocatore professionista ti serve tanto lavoro sicuramente e se hai delle qualità puoi arrivare a diventare calciatore.

Quali e quanti sacrifici hai fatto da ragazzo e da bambino per diventare il campione che sei oggi? Qualche volta la gente non lo vede tanto, però quando sei bambino non tanto perché ti diverti tantissimo, ma c’è un momento che arriva quando tutti i tuoi amici vanno in giro fino a certe ore il venerdì e tu sai che il sabato o la domenica hai la partita e devi andare a letto presto e ti diverti un po’ meno. Quando non stai tanto con gli amici quando sei giovane è quello che ti manca un po’, però quando gli amici vanno a lavorare e tu fai quello che ti piace è più bello.

  •   
  •  
  •  
  •