Debito Serie A: perdite in aumento, ecco i motivi

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Probabili formazioni Serie AE’ allarme rosso per i club del nostro campionato: dall’inchiesta de La Gazzetta dello Sport si evince che il debito Serie A,  in base ai dati della stagione 2014-2015, è in aumento rispetto alla stagione precedente. Sono circa 365 i milioni di rosso complessivi (rapportati alla stagione 2013-2014), sommando 19 club dello scorso campionato ed escludendo dai dati il Parma, fallito e retrocesso in serie D. Tanti i motivi, che ora vedremo nel dettaglio, di questo peggioramento del fatturato dei club italiani.

Debito Serie A: ecco il motivo delle perdite

Partiamo dall’unica nota positiva di questo studio del giornalista Marco Iaria. Sono in aumento i fatturati dei club (40 milioni in più rispetto alla stagione 13/14), grazie ai ricavi provenienti dai diritti televisivi. Allo stesso modo, però, sono in netto aumento gli stipendi delle società (+100 milioni di euro). Altro dato che ha comportato l’aumento del debito Serie A è senza dubbio l’abolizione delle comproprietà, che ha diminuito le entrate nelle casse delle società ed il calo delle plusvalenze (-100 milioni di euro complessivi). Il debito complessivo, dunque, è passato da 1,6 miliardi della stagione 2013-2014 ad 1,7 miliardi nello scorso campionato. Al centro del problema, poi, ci sono i piani di ristrutturazione di tutte quelle società indebitate: le richieste e, di conseguenza, le esposizioni verso gli istituti bancari sono aumentate dell 11% (in soldi: 1,1 miliardi di euro). Basti pensare che l’Inter entro il 2019 dovrà restituire 184 milioni di euro, in un’unica soluzione. Il Genoa, invece, ha scelto di rateizzare il debito con il fisco.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Un Immobile infinito...