Fiorentina, il mistero Benalouane: zero minuti in campo

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

BenalouaneChe cosa succede a Yohan Benalouane, doveva essere quell’uomo in più in difesa per una Fiorentina che in quel reparto aveva gli uomini contati, ma così non è stato, in quanto in più di un mese a Firenze non è riuscito a disputare nemmeno un minuto, a causa, probabilmente, di problemi fisici che le squadre di provenienza, Atalanta e Leicester City, hanno omesso.

Tutto nasce dalla forte esigenza della squadra di Paulo Sousa di prendere un difensore, essenziale per completare una rosa che senza di questi sarebbe stata possibile a troppi stravolgimenti tattici. Si puntava su Lisandro e Mammana, ma sfumati questi si punta su quello che era il terzo dalla lista, Benalouane, che secondo la squadra britannica doveva essere in perfette condizioni fisiche. Certo i tempi per fare delle visite accurate non c’erano, e per questa ragione lo staff tecnico e medico della Fiorentina hanno dovuto fidarsi, errore, ma non c’era altro modo, il mercato era ormai chiuso.

Leggi anche:  Ziliani: "Marotta scodinzola dietro Conte temendo le sue sbroccate. Gli chieda piuttosto..."

Quello che ha veramente il calciatore franco-tunisino non si sa, in quanto anche la Fiorentina tace sul possibile infortunio, e parla a volte di pubalgia e a volte di sciatalgia, problemi non troppo seri ma che se non curati dovutamente potrebbero tenere lontano dal rettangolo di gioco il calciatore per molto tempo.  Quel che è certo è che Paulo Sousa è rimasto senza il difensore che aveva chiesto fin dall’inizio della stagione, non aveva fatto un nome in particolare, ma sicuramente gli serviva un abile arruolato, e non un’atleta con problemi fisici.

La fretta, è il caso di dirlo, è spesso cattiva consigliere, e ora lo staff medico viola si trova con un giocatore che deve assolutamente rimettere in piedi, e si spera nel breve tempo possibile. Di certo nessuno poteva immaginare un problema grosso per Benalouane, che ha comunque disputato delle gare con Ranieri, e non ha dato segni di cedimento fisico, quindi il fidarsi poteva sembrare una cosa positiva, ma a quanto pare nel mondo del calcio si guarda sempre ai propri interessi e occorre stare con occhi e orecchie sempre ben aperti, in modo da non rischiare brutte sorprese.

  •   
  •  
  •  
  •