Hamsik: “Dobbiamo approfittare degli errori della Juventus, non possiamo sbagliare”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

Hamsik

La volata per lo scudetto sta appassionando i tifosi di Napoli e Juventus e il capitano azzurro, Marek Hamsik, ne ha parlato a un’intervista per La Gazzetta dello Sport.
Queste le sue parole: “In teoria tre punti sono molto pesanti, ma anche la Juventus può incontrare una giornataccia e noi dobbiamo essere pronti ad approfittarne. I diciannove successi della squadra di Allegri nelle ultime venti partite sono un ruolino di marcia incredibile e sono la prova certificata della forza di questa Juventus, però noi siamo stati molto bravi a restare sulla sua scia“. Nonostante il ruolino incredibile dei bianconeri, infatti, i partenopei sono appena a tre punti di distacco, gap non impossibile da colmare quando mancano otto partite al termine della stagione. Sarà fondamentale non perdere punti da qui alla fine e sperare in un passo falso della Juventus che permetta al Napoli di agguantare e magari superare la squadra di Allegri: “Noi non possiamo sbagliare nulla, mentre i bianconeri possono anche concedersi un passo falso. Il nostro allenatore Sarri ci ha aiutato a crescere. E’ la vera novità di questa stagione. Abbiamo sempre saputo reagire bene a qualche attimo di flessione. E’ in queste cose che si misura la vera forza di una squadra“.
La forza del Napoli attuale è certificata dalle parole del suo capitano, azzurro ormai da ben 9 anni e autentica bandiera della squadra: “Non ho mai giocato in un Napoli come quello attuale. Sarri ha dato una svolta importante al progetto: bel calcio e personalità“. Il tutto impreziosito dalla strepitosa annata di Higuain, intento a infrangere ogni record: “Sta vivendo una stagione straordinaria. Soltanto i fuoriclasse possono tenere un ritmo come il suo. Dietro ai suoi gol c’è però una squadra solida“.
Il Napoli è atteso dalla sfida di Udine che si terrà domenica 3 aprile alle ore 12.30: la trasferta è storicamente ostica per gli azzurri ma quest’anno la mentalità inculcata da Sarri ha fatto sì che la squadra riuscisse ad imporsi anche su campi in cui per tradizione ha fatto fatica negli anni scorsi. La sfida alla Juventus è lanciata: saranno otto partite tutte da giocare e da affrontare nel migliore dei modi.

  •   
  •  
  •  
  •