Jovetic in panchina, Eder in campo e a secco. Siamo sicuri che l’Inter ci abbia guadagnato?

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
1080p-Carpi 1-2 Inter Stevan Jovetic
Il mercato di gennaio ha finalmente portato all’Inter Eder Citadin Martins, inseguito a lungo la scorsa estate senza successo. L’italo-brasiliano però nei suoi primi due mesi in nerazzurro, non ha incantato più di tanto (non ha ancora trovato il primo goal) e dunque iniziano a sorgere i primi dubbi oltre che sulla sua acquisizione, anche sulla sua titolarità in campo a scapito di altri giocatori.
L’ex calciatore della Sampdoria, ha di fatto relegato Stevan Jovetic (diciannove presenze in campionato, due in Coppa Italia e cinque goal all’attivo) in panchina, ovvero uno dei grandi colpi di inizio stagione. Certo il montenegrino dopo un primo periodo piuttosto positivo si è un po’ smarrito, ma visto il rendimento del neo acquisto nerazzurro (nove presenze tra Serie A e Tim Cup e nessuna marcatura) iniziano a sorgere un po’ di dubbi.
Jo jo inoltre è diventato praticamente un caso, in quanto tra un infortunio e un altro è fuori da circa un mese e ora “rischia” addirittura di giocare con il suo Montenegro in amichevole contro la Bielorussia. Sarebbe una vera e propria beffa, considerando che nell’ultimo match con la Roma, la Beneamata era in piena emergenza offensiva (infortunato Icardi, squalificato Palacio).

Probabilmente nonostante l’obbligo di riscatto (fissato a 14,5 milioni di euro) il calciatore sarà ceduto, perchè non rientra più nei piani di mister Roberto Mancini. Questi sono comunque discorsi superflui in questo momento, a otto giornate dal termine del torneo l’Inter è ancora in corsa per un posto nei play off di Champions League e dunque è bene sfruttare tutte le forze a disposizione per poter sperare fino all’ultimo di poter centrare l’obiettivo.
Dopo la sosta con tutta probabilità Jovetic tornerà a disposizione e lì bisognerà valutare chi potrà dare di più alla causa tra lui ed Eder o se magari i due potranno giocare insieme.
Fino ad ora è da dire che entrambi non hanno ancora mostrato il loro vero potenziale all’ombra della madonnina e quindi i tifosi si aspettano di più. L’unica cosa certa è che se l’Inter sperava di compensare il flop Jovetic con l’acquisto di Eder, si è sbagliata proprio di grosso.

  •   
  •  
  •  
  •