Marchisio infortunato? No problem Juve: ci sono Hernanes e Lemina

Pubblicato il autore: Eugenio Usai Segui

HernaesLemina

A determinare l’eccezionalità del cammino stagionale della Juventus, non è tanto il fatto che sia ancora in corsa su due fronti, ma lo è che lo abbia fatto con una stagione segnata da molti infortuni. Prima Khedira, poi Morata, Mandzukic, Chiellini, Dybala, Marchisio e per l’ultimo Barzagli. Questo significa che la forza dei bianconeri non è data solo per una forte mentalità vincente, ma anche dalla bontà e qualità dei rincalzi, i quali anche se non giocano tanto spesso si fanno trovare pronti e non fanno rimpiangere i titolari. Uno degli uomini più importanti della Juve che sta vivendo una stagione segnata dagli infortuni è Claudio Marchisio, che da anni è un un punto fondamentale del centrocampo juventino. Al momento il centrocampista è fermo ai box per uno stiramento al polpaccio, ma i tifosi non hanno che da preoccuparsi, ci sono uomini che sopperiscono alla grande l’assenza del Principino. Uno di questi, sorprendente a dirsi, è il Profeta Hernanes. Il brasiliano ha faticato a convincere i supporters bianconeri a causa di alcune prestazioni incolori ed è stato spesso segnato dalla Stampa come uno dei bidoni del calciomercato estivo. Il trequartista però, grazie alle sue conosciute abilità, negli ultimi tempi ha migliorato di molto il suo rendimento, tanto che Allegri lo ha impiegato molto più del solito.
La seconda opzione è il giovane Mario Lemina, che contro il Torino ha fatto una bella gara e sta dimostrando ampiamente il suo valore e potenziale futuro. Lemina non avrà la classe ed esperienza di Hernanes, ma ha dalla sua fisico e resistenza maggiori, caratteristiche che potrebbero far riflettere Allegri su una possibile preferenza al posto del brasiliano, anche perché in questo finale di stagione servirebbe una forza più prepotente di rottura nelle future partite, che si preannunceranno più dure che mai. E dire che il centrocampista francese alimentava parecchi dubbi, ma più per colpa degli infortuni (e ci risiamo) che lo hanno afflitto che per il suo valore. Stiamo parlando di una Juventus ben coperta, cosa che forse non si potrebbe dire del Napoli, che però, in caso di mancanza del bomber Higuaìn, avrebbe a disposizione un certo Manolo Gabbiadini, che non è affatto male come alternativa. In ogni caso, la Juventus è la dimostrazione che un occhio in più sulla scelta delle riserve può far valere vittorie su più fronti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Torino, "quarto d'ora granata" sostituisca "quarto d'ora da stupidi"