Milan: Mihajlovic ritrova Luiz Adriano

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

luiz

Dopo la sconfitta contro il Sassuolo, e le possibili voci su un suo addio a fine stagione, l’allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic ha trovato un motivo per tornare a sorridere: Luiz Adriano è tornato ad allenarsi in gruppo. Dopo l’infortunio di Niang infatti, il tecnico serbo non ha trovato né in Balotelli né in Menez, il sostituto adatto per affiancare Carlos Bacca; il primo per mancanza di impegno e spirito di sacrificio, il secondo che ancora non è in forma essendo stato per lungo tempo fuori dai campi di calcio.
Il brasiliano, che nella scorsa sessione di mercato di Gennaio è stato vicinissimo a lasciare il Milan per trasferirsi in Cina, sembra l’unico attaccante rossonero che in questo momento possa giocare con Bacca, come già hanno fatto per altro ad inizio campionato, essendo gli unici giocatori con cui Mihajlovic ha potuto contare per i suoi schemi offensivi.
Prima del recupero dell’attaccante, l’ex tecnico della Sampdoria aveva pensato, visto le scarse condizioni fisiche di Boateng, Menez e Balotelli, addirittura di cambiare modulo passando ad un 4-3-3 avanzando Bonaventura, il vero e proprio jolly della squadra, con Honda sulla sinistra. Ma avendo trovato con i l 4-4-2 la continuità che tanto cercava, nonostante il passo falso in Emilia con il Sassuolo, il tecnico è tornato sui suoi passi, e domenica prossima, nel match a Verona contro il Chievo, potrebbe già dal primo minuto schierare Luiz Adriano. Per il resto, gli undici dovrebbero essere confermati: il giovane Donnarumma a proteggere i pali rossoneri, con Abate e Antonelli sulla fasce. Al centro della difesa potrebbe ritrovare un posto tra gli undici titolari Alessio Romagnoli, affiancato da Alex, ma occhio anche a Zapata che sta facendo molto bene nelle ultime prestazioni. A centrocampo con Bonaventura e Honda ci saranno Montolivo, che rientra dalla squalifica e Kucka, sempre favorito su Bertolacci.
La partita contro il Chievo potrebbe essere l’ultima spiaggia per il Milan per cercare di arrivare a fine stagione terzi in classifica, ultimo posto utile per la Champions, e cercando di chiudere al meglio la prima stagione di Mihajlovic sulla panchina rossonera, che visti i non ottimi rapporti con Berlusconi potrebbe essere anche l’ultima.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dybala come Ronaldo: maniaci del perfezionismo