Paulo Sousa ringrazia Spalletti: “Le sue parole per me sono già una vittoria”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

paulo sousaPaulo Sousa, tecnico della Fiorentina, rivelazione del campionato italiano di calcio 2015-2016, ha ben gradito il plauso fattogli da mister Spalletti, il tecnico della Roma sua prossima avversaria domani sera in campionato, per una sfida che vale senza dubbio il terzo posto e potrebbe aprire una via preferenziale verso il secondo, ovvero l’accesso diretto alla fase a gironi di Champions.

Spalletti ha elogiato al Fiorentina e il suo tecnico, arrivando a dire che la squadra fiorentina è un’opera d’arte, cosa senza dubbio gradita dal tecnico portoghese, specialmente perché arriva da un maestro di gioco come è per l’appunto il tecnico della Roma.

“Le sue parole per me sono già una vittoria. Sono contento di vedere che anche quelli che non sono tifosi della Fiorentina e non sono vicini a noi, restano colpiti da quello che facciamo: questa per me rappresenta già una vittoria in una città molto intelligente e bella artisticamente”.

Queste le parole del coach portoghese riportate da Sport Mediaset. Frasi piene di gratitudine e ammirazione per un allenatore che ha sempre dimostrato di lavorare sodo e bene, e che fa sempre esprimere un buon calcio alle squadre a cui è approdato.

Leggi anche:  Serie D, Maicon (ex Inter) torna a giocare nei dilettanti?

Cavallerescamente Paulo ha infatti sua volta elogiato Spalletti:

“Spalletti ha migliorato molto questa Roma da quando è arrivato: ha migliorato l’aspetto mentale, fisico e tattico della sua squadra. Ha fatto migliorare il gruppo in fase di possesso grazie ai giocatori di qualità che già aveva a disposizione. La Roma era già forte prima anche in fase di non possesso ed è migliorata tantissimo. Ha lavorato molto sulle convinzioni di una squadra forte, capendo quali sono i momenti del gioco dove può colpire nel corso della partita”.

Paulo Sousa: Fiorentina intrusa tra le prime 6

Per il tecnico viola la situazione in classifica è chiara, ci sono 5 squadre che avrebbero dovuto lottare per lo scudetto o almeno per il terzo posto, e tra queste non era annoverata la Fiorentina, che è una sorta di ‘intrusa’ nelle fasce alte, questo perché ha inizio stagione, senza più Montella e con un allenatore che non aveva ancora dimostrato a grandi livelli il suo valore, tutto sembrava in salita per la squadra fiorentina, che invece ha dimostrato non solo di poter stare a quote alte, ma anche di poter esprimere un bel gioco, quello che l’ha portata a essere definita per l’appunto un’opera d’arte.

Leggi anche:  Roma, Dzeko ancora positivo: potrebbe saltare anche il Napoli

 

  •   
  •  
  •  
  •