Sampdoria, gli Ultrà parlano e la squadra risponde sul campo (Video)

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

sampdoria
La Sampdoria domenica doveva vincere e l’ha fatto, battendo il Frosinone per 2-0 con le reti di Fernando e Quagliarella e ha respirato un po’, superando il Palermo e raggiungendo il Genoa in classifica. La situazione era diventata davvero preoccupante, soprattutto per i tifosi e aleggiava nell’area la paura di retrocedere. Gli Ultras della Sampdoria avevano deciso di riunirsi e discutere della situazione della squadra arrivando alla conclusione di sostenerla fino al raggiungimento della salvezza. Partendo dalla partita di Frosinone, appoggio incondizionato alla squadra con la presenza anche sul campo di allenamento di Bogliasco per far capire che loro ci sono e poi sarebbe toccato alla squadra. Il messaggio è arrivato forte e chiaro come dimostra un video che vede un capo ultras blucerchiato parlare alla squadra chiedendo di fare la loro parte, cioè vincere. Ecco il video:

Forti e decise le parole: “Chi non se la sente di giocare vada via” I tifosi vogliono che in campo ci vado chi crede in questi colori, chi suda per ottenere risultati. E dopo questa esortazione a volere il meglio per questi colori è arrivata la risposta della Sampdoria. A pensarci è stato il campo e l’avversario il Frosinone. Nonostante la forte pioggia il pubblico blucerchiato ha risposto alla grande e ha riempito le gradinate e non ha smesso di incitare i ragazzi di Montella che sono scesi in campo con una cattiveria maggiore e hanno fatto propria la partita fin dall’inizio della partita. Tornando alla squadra, la Sampdoria è scesa in campo con la determinazione che i tifosi hanno invocato, con la grinta per superare un ostacolo che sulla carta poteva essere abbordabile ma vista la squadra delle ultime partite, soprattutto per il risultato, poteva essere difficile. Gli uomini di Montella non vincevano in campionato dal derby del 6 gennaio e pensare che quella vittoria poteva dare l’avvio ad un altro campionato, poi è arrivato il mercato a cambiare le carte in tavola e le sconfitte con Juventus, Carpi, Napoli e in mezzo i pareggi di Torino e Atalanta che hanno avvicinato la Samp alla zona retrocessione.
Non so se le parole dei tifosi di sabato scorso a Bogliasco abbiano dato quella svolta, quella reazione emotiva ai giocatori che ultimamente sembravano essere caduti nella paura di non riuscire a dare risultato al gioco espresso che non sembra di una squadra che si debba salvare ma di una squadra che possa lottare per stare nella parte sinistra della classifica. Di certo è arrivata una vittoria fondamentale per la squadra blucerchiata, forse a questi ragazzi serviva davvero una strigliata per uscire dal torpore e dalla paura che li attanagliava, vediamo ora se la reazione e la spinta del pubblico doriano possa continuare anche nella prossima partita. La squadra vista domenica contro il Frosinone è scesa in campo con un altro piglio, vogliosa di vincere senza paura e da subito ha fatto capire alla compagine laziale che sarebbe stato difficile tornare a casa con dei punti. Finalmente si è vista la grinta, la cattiveria nel realizzare le occasioni di attacco e la stessa nel difendersi, tenendo sempre alta la concentrazione. Domenica la Sampdoria affronterà la trasferta di Verona contro l’Hellas, altra sfida salvezza, e i tifosi accompagneranno in massa la squadra, soprattutto perché tra le due tifoserie vige un gemellaggio di 30 anni e grazie anche alla possibilità di vedere la partita anche coloro che non sono in possesso della tessera del tifoso, dopo un lungo tira e molla con l’Osservatorio che decide se i tifosi possono seguire o meno la partita in trasferta.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Roma Sassuolo tv e streaming

Citando il più grande Presidente che la Sampdoria abbia avuto, Paolo Mantovani, “Finché i tifosi della Sampdoria canteranno non ci saranno problemi per il futuro“. Questa grande esortazione è lo spirito del tifo blucerchiato, incitare la squadra sempre e in ogni dove, farle sentire il calore di una città che adora questi colori che sono unici nel loro genere. I tifosi della Sampdoria non si sono mai tirati indietro quando dovevano incitare la squadra, hanno applaudito quando se lo meritavano, e fischiato quando la squadra non dava tutto. Ai tifosi vincere è fondamentale, per la gente blucerchiata vedere la squadra dare tutto significa ancora di più e sono sicuro che continueranno ad incitare, ad essere presenti affinché la squadra raggiunga l’obiettivo della salvezza, poi verrà il tempo di discutere di altre questioni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: