Serie A, moviola 29esima giornata. Dubbio il rigore per il Napoli…

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

moviola_1068670sportal_news

CHIEVO-MILAN=0-0 (Damato di Barletta): pochi episodi ma che potrebbero essere decisivi nel match di ora di pranzo al Bentegodi. Nel primo tempo Bacca recupera palla a Dainelli, che lo stende in area del Chievo, c’è il calcio di rigore e forse anche il secondo giallo per il difensore giallo-blu. Nella ripresa Bonaventura rischia il rosso quando spintona un giocatore del Chievo, graziato con l’ammonizione. Giusto annullare il gol di Cacciatore nel finale.

CARPI-FROSINONE=2-1 (Banti di Livorno): buona la gestione del direttore di gara in un match importante in chiave salvezza. A decidere la partita è un rigore fischiato all’ultimo minuto quando Bianco cade in area subendo fallo da Soddimo, giusta quindi la decisione dell’arbitro. Regolare anche il gol del primo vantaggio del Carpi quando Bianco scatta sul filo del fuorigioco.

Leggi anche:  Criscitiello, che attacco a Pirlo: "Juve senza gioco e cattiveria. Squadra piccola contro le neo promosse"

GENOA-TORINO=3-2 (Doveri di Roma): Doveri in questa partita fischia due rigore ma ce ne stavano addirittura quattro. Giusti quelli fischiati per il Genoa: nel primo netto il fallo di Molinaro su Ansaldi, nel secondo ingenua la trattenuta di Acqua su Izzo. Ma poco primo era netto anche il fallo di Bruno Peres su Pandev che era solo davanti al portiere, c’era rigore ed espulsione per il difensore granata. Nel secondo tempo Doveri non vede anche sullo stesso Peres, poteva esserci il rigore per il Toro.

FIORENTINA-VERONA=1-1 (Gavillucci di Latina): episodi dubbi soprattutto nel finale di partita: al 38esimo c’era un rigore a favore degli ospiti quando Acerbi alza la gamba ma colpisce la faccia di Rebic. I viola protestano in occasione del gol del pareggio nato da un calcio d’angolo che non ci sarebbe stato se fosse stato fischiato il fallo su Zarate in precedenza. Nei minuti di recuperi Gollini salva il Verona dopo un tentativo di Kalinic che però si era liberato con un fallo dal difensore.

Leggi anche:  Coronavirus Serie A: ecco l'elenco di tutti i calciatori positivi

UDINESE-ROMA=1-2 (Mazzoleni di Bergamo): partita semplice per il direttore di gara, gli unici due episodi infatti capitano nel finale di gara quando la Roma chiede due calci di rigori: il primo per un fallo su Pjanic, venuto però al limite dell’area, il secondo per una trattenuta su Dzeko, qui il rigore poteva essere fischiato.

LAZIO-ATALANTA=2-0 (Guida di Torreannunziata): episodio dubbio nei primi 45 minuti di gara quando a palla lontana Mauricio stende con una gomitata Pinilla, ma nessuno vede nulla. Bravo l’arbitro in occasione del primo gol di Klose quando Sportiello stende Mauri, ma la palla arriva al tedesco che insacca, poi il portiere nerazzurro verrà ammonito.

PALERMO-NAPOLI=0-1 (Rocchi di Firenze): dubbio il rigore fischiato al Napoli, in occasione infatti del calcio d’angolo Albiol e Andelkovic si trattengono a vicenda. Nella ripresa fischiato un fuorigioco ad Higuian che non c’era partito dietro l’ultimo difensore rosanero.

  •   
  •  
  •  
  •