Zamparini, cose da pazzi: “Mi dimetto io”

Pubblicato il autore: Vassalli Riccardo Segui

news_img1_80770_zamparini-maresca
Non si trova davvero pace a Palermo. La squadra rosanero sta vivendo una situazione a dir poco inconcepibile, avvicinandosi al nono cambio di allenatore in 8 mesi. Che a Zamparini fosse sempre piaciuto cambiare allenatore è dato di fatto, ma questa stagione il vulcanico presidente del Palermo ha davvero esagerato. Sembra quasi una barzelletta e invece è tutto vero! Iachini, in attesa di un comunicato ufficiale, non sarà più l’allenatore del Palermo. Al suo posto sembra esserci ancora Ballardini. Nella giornata di ieri però è successo di tutto, il mangia-allenatori ha attaccato pubblicamente Iachini  definendolo un “deficiente” e “imbecille”; accusandolo di non sapere mandare in campo una squadra capace di tenere lontano l’incubo retrocessione. Di conseguenza Iachini ha consegnato le proprie dimissioni. E qui nuovo colpo di scena, rifutate! Il motivo? La squadra starebbe con Iachini e hanno tenuto anche una riunione per tentare a trattenere il tecnico, ma la cosa che fa più notizie è che sarebbe proprio Zamparini a voler rassegnare le dimissioni e allontanarsi da una piazza che ormai non gli appartiene più.
Intervenuto nella serata di ieri a Sportitalia, in una lite con il giornalista Alfredo Pedullà, il numero uno rosanero ha sbottato annunciando: ” Le dimissioni di Iachini sono state rifiutate perché sarò io a darle, poi facciano quello che vogliono. Io mi sono rotto le palle di questo calcio, a Palermo va data una scossa  la squadra deve battere il Napoli.” Il patron del club siciliano ha parlato anche della sua gestione e degli allenatori di questa stagione, provando a nascondere i suoi sbagli dichiarando: ” Di allenatore quest’anno ho esonerato solamente Iachini, tutti gli altri se ne sono andati da soli. I tifosi possono anche contestarmi, ma nessuno sa metterci la faccia. Se ero in città è stato per spronare la squadra.”
All’addio di Schelotto, ufficialmente mai seduto in panchina per motivi burocratici,è stato richiamato l’allenatore della promozione, Iachini che tanto ha fatto sognare Palermo. Persa la dignità, Iachini al momento del ritorno chiese principalmente due cose: nessuno attacco via media e che poteva lavorare in pace, seguendo i suoi ideali. Promesse non mantenute e un caos che sembra non finire.
Non è chiaro quindi il futuro che attende Palermo. Se sarà Iachini o Zamparini a dare le dimissioni, se l’anno prossimo sarà Serie A o Serie B, e molto altro ancora. Una cosa è certa: se fosse veramente il patron siciliano a lasciare il club, tornerebbe il sorriso a tutto il popolo rosanero, stufo di fare figuracce in giro per l’Italia.
Stando alle parole di Zamparini rilasciate a Sky Sport c’è già una trattativa per il successore del presidente che annuncia: ” non voglio che si dice che sono stato io a far retrocedere il Palermo, io devo far solo l’imprenditore e lascerò il mio posto a chiunque voglia fare il bene del Palermo.”
In attesa che tutto possa risolversi  e della sfida con il Napoli in programma questo weekend, ancora non si sa chi siederà sulla panchina rosanero dato che le dimissioni di Iachini sono state ufficialmente respinte.

Leggi anche:  Atalanta-Verona probabili formazioni: Ilicic confermato in attacco?
  •   
  •  
  •  
  •