Futuro Milan: Brocchi (e non solo) in partenza

Pubblicato il autore: Luca De Iaco Segui

Adriano-Galliani-addio
La sconfitta (meritata) contro un Hellas Verona già praticamente retrocessa ha scosso, non poco, le fragili fondamenta che reggono la panchina di Brocchi. L’allenatore rossonero non è stato fin da subito accettato da buona parte della tifoseria in quanto, memori dei risultati scarsi ottenuti dall’altro ex Pippo Inzaghi, ritenuto ancora impreparato per gestire una rosa come quella attuale, composta da giocatori totalmente diversi sia per qualità che per professionalità da quei compagni con cui Brocchi ha vinto tutto in passato.

Vano è stato il tentativo di cambiare lo schieramento tattico dei suoi giocatori, rispolverando anche il trequartista di Ancelottiana memoria e che tanto piace al presidente Berlusconi; tuttavia mentre Ancelotti aveva come trequartista un certo Kakà, Brocchi si è dovuto accontentare di Bonaventura (che preferisce di più giocare esterno, come faceva con Mihajlovic) e nell’incontro disastroso di ieri pomeriggio ha dovuto rimediare con Honda a causa del forfait del centrocampista italiano. Altrettanto vano è stato il tentativo di puntare su giocatori come Josè Mauri, De Sciglio o Boateng che non hanno contribuito più di tanto a limitare le opache prestazioni dell’intera squadra.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

A seguito di tutto questo i tifosi non possono che essere adirati con la società rossonera, chiedendo in più modi le dimissioni sia di Galliani che dell’attuale allenatore a favore dell’esonerato Mihajlovic che, sebbene sia in parte responsabile dell’attuale posizione in classifica del Milan, perlomeno ha contribuito all’esplosione del fenomeno Donnarumma, unica vera lieta notizia in questo campionato opaco.

L’allenatore rossonero sta rischiando seriamente di perdere il posto, dunque, ma se questo può consolarlo non è il solo che si potrebbe trovare con le valige in mano. Molti giocatori infatti sono nella lista dei cedibili: Diego Lopez è il primo della lista in quanto dopo l’exploit del giovane portiere milanista non ha più nessuna possibilità di spazio e inoltre ha anche un ingaggio pesante; Mexes potrebbe andare a finire la sua carriera in America; Alex è già dallo scorso anno che vorrebbe ritornare in patria; Luiz Adriano dopo esser stato vicino alla cessione in Cina a gennaio potrebbe accasarsi in Asia quest’estate ed è proprio su di lui che il Milan spera di poter far cassa.
In fine si parla dell’interessamento sempre più acceso della Juventus su De Sciglio, ma i tifosi sono contrari a quest’ultima trattativa per ovvi motivi di rivalità storica. Nel caso in cui nessuna delle sopracitate trattative dovesse andare in porto e se il Milan non dovesse qualificarsi in Europa League, la società sarebbe anche disposta a mettere sul mercato non solo Bacca, Niang o Menez ma addirittura il giovane portiere Donnarumma (ma solo a una cifra esagerata) che è sotto i riflettori delle più grandi squadre europee.

  •   
  •  
  •  
  •