Higuain Bonucci, sono davvero due pesi e due misure?

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
higuainSono ufficialmente quattro le giornate di squalifica di Gonzalo Higuain a seguito dell’espulsione decisa da Irrati durante il match dei partenopei in trasferta ad Udine domenica scorsa. La sanzione per il Pepita è stata inflitta dal giudice sportivo della Lega serie A Tosel per la motivazione di “reazione nervosa e di gesto irriguardoso del giocatore nei confronti dell’arbitro Irrati”. 
Oltre alla giornata di squalifica ricevuta per doppia ammonizione a Udine che fa scattare automaticamente il turno di stop, al calciatore argentino è arrivata anche una multa di ventimila euro e altre tre giornate di squalifica per aver rivolto al giudice di gara uno sguardo di sfida, fronteggiandolo e ponendogli le mani sul petto, ma anche per aver assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti di un giocatore dell’Udinese.
Higuain salterà quindi le importanti gare contro l’Inter e la Roma. Turno di squalifica anche per Maurizio Sarri per aver contestato platealmente, alla mezzora del primo tempo, il lavoro dei collaboratori di gara, rivolgendo loro espressioni ingiuriose in maniera recidiva.
La società Napoli calcio ha intanto richiesto ricorso, sperando almeno nella riduzione di un turno di squalifica di Higuain, in modo tale che sia presente durante la partita del 25 aprile allo stadio Olimpico contro la Roma.
“Abbiamo richiesto, come preannunciato, gli atti ufficiali sulla squalifica di Higuain alla Corte d’appello per presentare il ricorso – ha detto il legale Mattia Grassani-. Quando avremo le carte potremo delineare precisamente la strategia difensiva. L’appello non arriverà prima della seconda metà della prossima settimana, direi tre mercoledì e venerdì prossimi”.
La squalifica di Higuain ha scatenato la reazione rabbiosa dei tifosi dei Napoli che hanno prontamente paragonato l’episodio del capocannoniere della serie A con il Leonardo Bonucci, difensore della Juventus. L’opinione che si è diffusa in tutta l’Italia che mastica calcio è che per i due giocatori si siano stati fatti “due pesi e due misure”, dal momento che Bonucci non fu nemmeno espulso quando contestò Rizzoli durante il derby contro il Torino.
A prendere le “difese” del Napoli è il tecnico dell’Udinese Gigi De Canio: “Ho rivisto le immagini dell’episodio tra Irrati e Higuain, in campo ero rivolto verso la mia panchina per capire cosa fosse successo. Credo che il Napoli si fara’ sentire per le quattro giornate di squalifica, perche’ si vede Irrati che va verso Higuain e l’attaccante azzurro lo ferma senza nessun gesto violento. Ci sono i presupposti per ridurre le giornate e restituire prima al campionato e al Napoli un giocatore fondamentale per il titolo e per il secondo posto. Higuain ha fatto un gran gol domenica, meriterebbe anche di giocare per superare il record di Nordahl”.
A parlare, infine, è stato il fischietto numero uno d’Italia, Nicola Rizzoli: “Bonucci non mi ha dato nessuna testata – ha detto Rizzoli – sono stato io a spingerlo, per allontanarlo dal giudice di linea.Il giocatore ha semplicemente esagerato nelle proteste ma non c’è stata testa contro testa, le immagini non danno il senso vero di quel che è successo. Ci fosse stata la testata, non mi sarei limitato al cartellino giallo”.
Per quanto riguarda invece la vicenda Irrati- Higuain, Rizzoli non si è espresso ma ha affermato che nel calcio italiano c’è “troppa esasperazione e  scarsa conoscenza delle regole da parte di tutte le componenti del mondo del pallone. Noi come arbitri dobbiamo avere l’umiltà di fare il “mea culpa” quando sbagliamo per migliorare la cultura calcistica. Gli altri, giocatori, dirigenti, allenatori e giornalisti, dovrebbero fare lo stesso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Salernitana-Atalanta probabili formazioni: novità per i nerazzurri in attacco