Milan, i tifosi sui social contro Montolivo: “No al rinnovo”

Pubblicato il autore: Sabato Simone Del Pozzo Segui

montolivo
Caos assoluto in casa Milan. Dopo l’ennesima brutta figura in campionato i tifosi sono ormai stanchi e non risparmiano nessuno.
Dopo il presidente Berlusconi, Adriano Galliani e diversi giocatori, ora a essere preso di mira è il capitano rossonero, Riccardo Montolivo.
Il trentunenne centrocampista è in scadenza e la società sta pensando a un possibile rinnovo del suo contratto.
La protesta dei tifosi riguarda proprio questo argomento. Sono stati creati gruppi facebook come ad esempio quello intitolato “No Al Rinnovo Di Montolivo…il capitano più indegno della storia del Milan, una sorta di petizione per spronare la società a mandar via Montolivo che, ricordiamo, percepisce uno stipendio annuo di 3.5 milioni di euro più bonus.
Stipendio molto alto soprattutto se lo si relaziona alle prestazioni in campo.

Per ora sono in 25mila ad aver aderito allo pseudo evento facebook.
Tutto questo per sottolineare come l’atmosfera che si vive nell’ambiente milanista sia incandescente.
Berlusconi sembra prossimo alla vendita di parte delle quote societarie dell’A.C. Milan, ma c’è chi parla addirittura una cessione completa della società a un gruppo imprenditoriale cinese, già proprietario di altre squadre di calcio in patria.
La stagione del Milan è stata disastrosa come del resto tutte le ultime dei rossoneri.
Nonostante la finale di Coppa Italia vedere il bicchiere mezzo pieno quest’anno è davvero difficile. Il primo problema della società di via Rossi pare essere quello legato alla gestione tecnica.
Sono stati cambiati, e bruciati forse, tanti allenatori. Seedorf, Pippo Inzaghi, Mihajlovic ora Brocchi, tutta gente che conosceva e che era amata dall’ambiente ma che non ha avuto la fiducia piena della dirigente la quale ha chiesto forse troppo ai propri tecnici.
Anche i giorni di Brocchi al Milan sembrano contati.
La zona Europa potrebbe addirittura sfumare data la situazione di classifica con il Sassuolo che spinge.
Per questo motivo la vittoria in finale di Coppa Italia contro la Juventus potrebbe risultare decisiva sia per Brocchi per il Milan.
Sono stati spesi 90 milioni di euro la scorsa estate. Il problema non è una questione di quanto, ma di come.
La rosa del Milan va rifondata dalle radici. I punti di partenza ci sono (vedi Donnarumma) e magari ripartire dagli investimenti estivi (vedi Romagnoli) per programmare un Milan del futuro, competitivo e italiano possibilmente.
Rifondazione, appunto. Questo il motivo in più che spinge i tifosi a non voler il rinnovo di Riccardo Montolivo al quale, sembra, sia stato proposto addirittura un contratto triennale.
La situazione in casa Milan, dunque, è più critica che mai.

  •   
  •  
  •  
  •