Napoli Atalanta, Migliaccio: “Vogliamo stupire, dispiace che Grassi non trovi spazio”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

migliaccio

Lunedì è il giorno di Napoli-Atalanta, posticipo delle ore 21 che chiuderà la terzultima giornata di campionato.
Migliaccio, centrocampista napoletano dell’Atalanta, ha parlato della sfida ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

Seguo sempre il Napoli perchè è la squadra della mia città. Domenica scorsa abbiamo raggiunto finalmente la salvezza, di sicuro non verremo con l’acqua alla gola ma vogliamo fare comunque una bella figura e chiudere bene il campionato“.

Su Borriello: “Marco sta bene, all’inizio ha faticato ad entrare nei nostri meccanismi anche perchè a gennaio abbiamo lasciato molti punti per strada. E’ un grandissimo professionista, anche lui è napoletano e ci tiene a fare bella figura“.

Su Grassi, ex compagno di squadra passato a gennaio proprio al Napoli: “Mi dispiace che non abbia ancora esordito. Il Napoli ha un grande organico, si è giocato lo scudetto fino a poco fa: con Grassi ha fatto un grande investimento e sicuramente avrà il tempo di far cambiare idea a Sarri“.

Leggi anche:  Romero sposa l'Atalanta: "Voglio rimanere a Bergamo: non vedo l'ora di essere riscattato. Su Gasperini..."

Su Conti e De Roon, anche loro opzionati dal Napoli in merito alla trattativa Grassi: “Il mio consiglio è di stare un altro anno a Bergamo. E’ difficile imporsi subito nelle grandi squadre, non ti aspettano e non ti permettono di sbagliare. De Roon è più esperto, stravedo per lui, ha sorpreso tutti“.

L’assenza di Gomez, a segno nella gara d’andata, sarà pesante: “Qui da noi il collettivo conta più di tutto perchè non abbiamo tanti campioni come le grandi squadre. E’ un grande vantaggio per il Napoli non averlo come avversario, è uno di quelli che sposta gli equilibri in campo“.

Su Reja: “Mister fantastico, ha entusiasmo e apertura mentale. Parliamo spesso di Napoli, guai a chi ce la tocca“.

Leggi anche:  Romero sposa l'Atalanta: "Voglio rimanere a Bergamo: non vedo l'ora di essere riscattato. Su Gasperini..."

Sulla sua carriera: “Avevo la possibilità di trasferirmi al Napoli o al Milan ma sono contento e orgoglioso delle scelte che ho fatto“.

La gara di lunedì sarà fondamentale soprattutto per gli azzurri, che dopo aver lottato fino a qualche settimana fa per lo scudetto ora devono difendere il secondo posto, insidiato dalla Roma vittoriosa nello scontro diretto dell’Olimpico di qualche giorno fa e minacciosa a -2 punti quando mancano solo 3 gare al termine del campionato.

  •   
  •  
  •  
  •