Atalanta-Roma, Francesco Totti salva la partita ma Spalletti non cambia idea

Pubblicato il autore: Juli Piscedda Segui

totti atalanta

Il caso Totti continua a far discutere e a dividere tifosi e dirigenza. Francesco Totti si sente ancora un giocatore e continua a dimostrarlo ogni volta che scende in campo. L‘ha dimostrato anche oggi durante Atalanta- Roma, gara che la Roma avrebbe potuto vincere durante la prima mezz’ora di gioco sul 2-0. Vittoria che sarebbe stata decisiva per la conquista del secondo posto in classifica e che avrebbe permesso ai giallorossi di portarsi a -3 dal Napoli. Ancora una volta Francesco Totti salva la partita.

Dopo la rimonta della squadra bergamasca anche questa volta volta c’è voluto lui per salvare la faccia. La squadra si è aggrappata a quel Capitano capace ancora di giocare, segnare e far sognare dimenticandosi dei suoi 39 anni suonati. Gli sono bastati solo 7 minuti per realizzare il gol del 3-3, arrivando a ben 245 gol in Serie A. E c’è stato il tempo anche per un terzo assist, perché in pieno recupero Totti manda in porta Dzeko con una giocata brillante. Un’occasione però sciupata malamente dal centravanti che di fronte al portiere della squadra avversaria, non riesce a concludere.

Durante Atalanta-Roma tutta l’Italia ammira le prodezze di un Totti senza età e lo applaude. L’unico che non lo fa è Spalletti che risponde con distacco, quasi fosse un nemico, alle domande sulla prestazione di Totti durante l’intervista post-gara e non è d’accordo sul fatto che Francesco Totti sia stato determinante.  “Per me non cambia niente. Se Totti vuole fare il giocatore fa il giocatore sennò fa altro, se lui calcia la palla fa gol ma contano anche altre cose, la corsa, prendere in mano il pallino della partita e la squadra ha vinto 9 partite senza di lui. Totti non ha salvato niente, la partita l’ha salvata la squadra. Lui ha calciato in porta come l’altra volta ha dato un buon pallone, se ne dava 3 ne facevamo tre. Gliela hanno preparata bene, lui ha questi tiri e ha fatto un gran gol e ci ha dato la possibilità di pareggiare la partita. Fa parte della squadra e fa il lavoro che deve fare tutta la squadra”.

Al termine della partita, Sabatini sostiene la posizione del tecnico ed esprime la propria soddisfazione verso il suo operato. “Lui guarda l’impegno dei giocatori durante la settimana e lo sta facendo giocare con pieno merito, Francesco lo ha ripagato con una rete”.

Dunque poco importa se Francesco Totti è stato determinante in 3 gol della Roma nelle sue ultime quattro partite di Serie A. Pallotta sembra deciso a non rinnovare il contratto di Totti in scadenza il 30 giugno. Il Presidente Pallota è irremovibile sulla sua decisione e come sottolinea Sabatini: “tutta la squadra e la dirigenza sono profondamente grate per quello che Francesco Totti ha fatto e continua a fare per la Roma”. Parole che sembrano suonare come la fine di una bella avventura.

  •   
  •  
  •  
  •