Spalletti e Battista: quando il comico non fa ridere

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

BIG-spalletti-primo-piano-smorfietta
Spalletti potrà essere o meno garbato, più o meno simpatico, più o meno competente ma sicuramente merita il rispetto dovuto all’uomo, ancor prima che allenatore.
Stavolta è difficile non dargli ragione nella diatriba nata gratuitamente in nome del tifo.
L’attenzione di chi non è ossessionato dai social e dai rumors la richiama il tecnico in conferenza stampa.
E purtroppo con rabbia e astio.
Ce l’ha con qualcuno che lo ha preso a parolacce, non privatamente ma attraverso video postati urbi et orbi.
Ora, oggettivamente, l’ossessione di postare qualunque cosa è un vizio che andrebbe studiato.
Diventa grave se in nome di una professata fede si supera il limite e si passa all’offesa gratuita.
Un minimo di curiosità e ricerca e scopri che il destinatario della rabbia di Spalletti è un personaggio noto, un comico, Maurizio Battista, il critico dei titoli di giornali.
Stavolta però non fa ridere, perché volutamente vuole notorietà e si ripete sullo stesso trend fatto di critiche aggressive. Stavolta non fa ridere perché va oltre l’educazione.
Nel caso di Maurizio Battista siamo al paradosso, visto che, pochi minuti dopo la conclusione del match tra la Roma ed il Torino, il comico romano ha confezionato tutta una serie di video da dare in pasto ai suoi fan. con l’unico comune denominatore della volgarità e delle offese rivolte al tecnico della Roma, Luciano Spalletti. “Spalletti vai a lavora…cojone..Spalletti vergognati, hai capito? Piatela ‘nder culo Spalletti..metti Dzeko..a stronzo” questa era la sintesi di uno dei sui video più condivisi e commentati.
La prima cartina di tornasole negativa Battista l’ha avuta proprio dal suo pubblico, visto che i commenti ai suoi video sono stati tutt’altro che teneri con molti dei suoi fans che hanno deciso di togliere il like dalla sua fan page ma solo dopo aver lasciato traccia dello sdegno. Maurizio Battista che da comico si è trasformato in critico sportivo, molto aspro nei suoi video-commenti ma sicuramente incisivo, visto che le sue “performance” sono arrivate anche dalle parti di Trigoria.
Adesso se ne possono vedere online solo alcuni. Quello col famoso epiteto è stato rimosso.
E, nelle ultime ore, dopo la recente vittoria della Roma in casa contro il Napoli che permette ai giallorossi di sperare ancora nel terzo posto, Luciano Spalletti ha risposto in conferenza stampa velatamente al comico: “C’è chi fa video mentre guida la macchina in cui mi dà dello stronzo per fare il fenomeno, poi però rischia di sbandare e le sbandate si prendono”.
Lo stesso Battista, poche ore fa, ha replicato con una nuova risposta: “Sono tifoso della Roma ancor prima di lei, Spalletti, e quelle erano cose che ho detto in un momento di concitazione, mi spiace per le parole che ho usato, mentre lei ciò che ha detto lo ha pianificato in una conferenza stampa”.
Purtroppo non basta essere tifosi, non può essere la scusa per tutto. La concitazione può farti girare i video, la maleducazione te li fa riempire di insulti. La malafede ti fa pianificare e pubblicare i tuoi video. La paura, soprattutto di perdere consenso, te li fa togliere.

  •   
  •  
  •  
  •