Zamparini non si placa: polemiche su Carpi-Empoli

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

Zamparini
Non si placano le polemiche da parte del presidente rosanero Zamparini. Dopo le dure parole usate dopo Verona-Frosinone, match nel quale secondo lui i padroni di casa hanno lasciato segnare gli ospiti girandosi dall’altra parte, ecco pronto a far sentire di nuovo la sua voce. Nel suo mirino, stavolta, c’è la partita Carpi-Empoli, giocata ieri 25 aprile 2016 e terminata con la vittoria dei biancorossi grazie al gol di Lasagna.

Come si legge dal comunicato ufficiale pubblicato sul sito del Palermo: “La lotta per non retrocedere è stata condizionata, ieri in occasione della partita Carpi-Empoli diretta dall’arbitro Paolo Valeri, da tre assurdi episodi – ampiamente documenti dai fotogrammi che alleghiamo al presente comunicato che confermano quanto visto ieri da tutti in diretta televisiva.”
L’espulsione di Mchedlidze non ci sarebbe dovuta essere, perché secondo la società rosanera il giocatore del Carpi simula: “Invitiamo, pertanto, la Procura ad intervenire con la prova televisiva nei confronti di Crimi, il giocatore che ha simulato il colpo al volto”.
Inoltre, l’arbitro Valeri avrebbe sbagliato in altre occasioni, il gol annullato e un rigore non dato: “Invenzione arbitrale assurda, come dimostrata dai fotogrammi che alleghiamo nei quali l’attaccante dell’Empoli Pucciarelli non tocca nemmeno il difensore del Carpi prima di ricevere il pallone. Rigore non dato per trattenuta della maglia e successivo fallo di mano commessi da Poli ai danni di Pucciarelli.”

Ai microfono di Radio Kiss Kiss, Zamparini ha aggiunto: “Vogliono che il Palermo vada in B, non c’è dubbio. Valeri fa degli errori di proposito? No, non lo so. Vi dico solo di andare a vedere la partita e gli episodi. E’ successo di tutto. Io sono arrabbiato, i tifosi del Palermo sono arrabbiati. Non dico altro”.

La corsa alla salvezza si fa così ancora più accesa e ricca di accuse. A 3 giornate dalla fine, la matematica condanna solo il Verona: Frosinone, Carpi e Palermo lotteranno fino all’ultimo per conquistare quell’unico posto disponibile per rimanere in Serie A. Per ora è salvo il Carpi, a quota 35 punti; seguono Palermo, 32 punti, e Frosinone, 30 punti.

Leggi anche:  Primavera 1 Final Six: l’Empoli piega la Juventus e vola in semifinale contro l’Inter

36esima giornata (1 maggio):

Milan-Frosinone
Palermo – Sampdoria
Juventus – Carpi

37esima giornata (8 maggio):

Frosinone-Sassuolo
Fiorentina Palermo
Carpi-Lazio

38esima giornata (15 maggio)

Napoli – Frosinone
Palermo-Verona
Udinese-Carpi

  •   
  •  
  •  
  •