Interviste Torino Napoli 1-2. Sarri è soddisfatto, Ventura è rammaricato per il primo tempo

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

Interviste Torino Napoli 1-2
Il Napoli espugna l’Olimpico di Torino grazie ai gol di Higuain e Callejon; Bruno Peres nella ripresa prova ad accorciare le distanze, ma i partenopei sono bravi a mantenere il vantaggio. La vittoria nel match serale di domenica 8 maggio 2016 permette al Napoli di riportarsi al secondo posto, dopo il momentaneo sorpasso della Roma, ed essere a un passo dal chiudere il Campionato come secondi.

Il tecnico dei partenopei, Sarri, ha commentato ai microfoni di Sky Sport così la vittoria che permette al Napoli di riportarsi a +2 sui giallorossi e mantenere la posizione che vale la Champions League diretta: “Ci piacerebbe riportare il Napoli in Champions League per la quarta volta nella sua storia. Quest’anno abbiamo innescato un certo tipo di mentalità, che ha richiesto tanto lavoro e tante energie. Da qui bisogna crescere, quando avversari riescono a sporcarci la partita non riusciamo spesso a cambiare copione ed entrare in una partita che può essere anche sofferta ed essere di baricentro più basso”.

Leggi anche:  Il Napoli tenta il grande colpo?

Intimoriti dal gol di Peres? “Dopo il gol del Torino un po’ di timore c’è stato, ma poi non abbiamo rischiato tanto. La squadra ha smesso di fare il suo solito gioco, però caratterialmente la partita l’ha tenuta in mano bene.”

Ai microfoni di Premium Sport si complimenta con i suoi: “I livelli di Koulibaly sono altissimi, ma anche Allan, Callejon, Hamsik, Insigne e Mertens alternandosi sono stati straordinari. Rispetto all’anno scorso forse quello che è cresciuto più di tutti è Koulibaly.

Sul suo futuro preferisce non sbilanciarsi: “ Il presidente mi aveva chiamato un mese fa, poteva venire fuori una discussione che durava dieci o quindi giorni e non ci sembrava il caso. Ci hanno ricamato sopra, ma non c’è niente di strano. Ci siamo ripromessi di parlare il giorno dopo la fine del campionato per il bene della squadra”.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: van de Beek arriva ad una sola condizione, Inzaghi incontra un suo pupillo...

Il tecnico granata, Ventura, ai microfoni di Sky Sport dice di vedere la sconfitta come una possibilità di crescita: “Il rammarico è che nel primo tempo non abbiamo giocato, abbiamo assistito ad un’esibizione del Napoli non piacevole per un allenatore. Non abbiamo mai fatto un contrasto, mentre nella ripresa abbiamo subito poco anche se non abbiamo creato tantissimo. Avevamo tanti giovani in squadra, penso che per loro sia stata una partita estremamente utile. Jansson, ad esempio, nel primo tempo è andato in grande difficoltà mentre nella ripresa ha capito che anche un grande come Higuain può essere fermato”. E ai microfoni di Premium Sport aggiunge: “Se il Napoli è secondo in classifica ha una qualità superiore alla nostra. Noi comunque siamo riusciti a rientrare in partita. Nel primo tempo forse c’è stata ansia o paura, non so, non riesco a giustificare un primo tempo completamente passivo. E’ una serata che speravo sarebbe stata diversa per i miei giocatori. Abbiamo molti giovani e forse hanno pagato l’importanza della partita, continuo a ringraziare comunque questa squadra, nonostante si possa fare di più e meglio.”

Non ha dubbi sul suo futuro: “Ho ancora due anni di contratto, quindi c’è da proseguire un lavoro importante fatto con questa società”.

  •   
  •  
  •  
  •