Lazio-Inter 2-0, i commenti dei biancocelesti

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

Lazio-Inter 2-0
Grazie ai gol di Klose e Candreva, la Lazio può continuare a sperare di ottenere un posto in Europa League portandosi a 4 punti dal sesto posto, occupato dal Sassuolo. Segnando un gol per tempo, i biancocelesti sconfiggono i nerazzurri nel posticipo serale di domenica 1 maggio, facendo salutare definitivamente alla squadra di Mancini la Champions League.

Il tecnico Inzaghi non può che essere soddisfatto di questa serata: “Vittoria bella, meritata, siamo contenti perché venivamo dalla sconfitta contro la Sampdoria, in cui non meritavamo di perdere, con rigore sbagliato e mille occasioni fallite. Questa sera abbiamo fatto una grande partita, sono orgoglioso dei miei ragazzi e dobbiamo continuare così”. Per quanto riguarda il suo futuro, lui si dice tranquillo:“Sono tranquillo, sereno, stiamo facendo il massimo con il mio staff, purtroppo la partita a Genova nove volte su dieci non la perdi, a testa alta, stiamo lavorando bene. 5-6 erano acciaccati ma non hanno chiesto il cambio, con questa mentalità si batte l’Inter. Certi erano in dubbio fino a stamattina ma ci hanno lasciato fare i cambi che volevamo fare”. Sul suo collega e avversario di questa giornata ha grande stima: “Roberto è un grande-. E’ stato all’estero, ha vinto tanto e adesso allena l’Inter. Per me è stato molto importante e lo devo ringraziare, così come devo ringraziare Tare e Lotito perché mi hanno voluto qui”.

Parla anche del fratello Filippo Inzaghi presente in tribuna:“Sì, c’era mio fratello, mio figlio, la mia compagna. C’erano contro l’Empoli e forse li portiamo anche con il Carpi. Ma i tifosi sono stati molto importanti. Nonostante venivamo dal ko di Genova, i ci sono stati vicini e ci hanno sostenuto”. Sul contratto di Klose invece non si sbilancia molto: “Del futuro di Klose non abbiamo ancora parlato. Non so cosa succederà, ma è sicuramente un campione da cui i giovani devono prendere esempio. Per lui parlano gol e prestazioni”.

L’autore del primo gol, Klose, parla della prossima sfida con il Carpi: “Dobbiamo guardare partita dopo partita, il Carpi deve salvarsi e dovrà vincere per forza. Noi ci proveremo ma è difficile, e sarà dura anche contro la Fiorentina.” Sul gol segnato dichiara: “Ho ricevuto il passaggio da Lulic, in quel momento volevo fare una finta sperando che Handanovic si buttasse a destra o sinistra, poi ho fatto il pallonetto.” Dobbiamo guardare al futuro, così dall’inizio non si può dire subito tutto. Io posso solo andare avanti e provare con il mio atteggiamento a far vedere ai ragazzi più giovani che se corri e lotti l’uno per l’altro, diventiamo uno in più e questo fa la differenza”.

Di Inzaghi parla anche Keita: “Cosa è cambiato da Pioli a Inzaghi? Io credo che l’unica cosa che è cambiato è il fatto che il nuovo allenatore mi fa giocare di più, non è cambiato chissà cosa. Inzaghi mi sta dando grande fiducia e io cerco di dare il massimo. Non penso al futuro, provo a dare il massimo. Rimpianti? Qualcuno sì, soprattutto l’ultima partita persa contro la Sampdoria. Ora proviamo a finire al meglio la stagione nelle due gare che restano”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,