Lazio-Inter 2-0, i commenti dei nerazzurri

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

Lazio-Inter 2-0
L’Inter esce sconfitta dal posticipo serale di domenica 1 maggio 2016: la Lazio si impone sui nerazzurri grazie ai gol di Klose e di Candreva dal dischetto. Con questa sconfitta, l’Inter saluta definitivamente la Champions League e non riesce nemmeno a blindare il quarto posto, con la Fiorentina che si trova a solo -4.

Mancini, al termine della gara, ai microfoni di Mediaset Premium non nasconde la grande delusione dovuta all’atteggiamento dei suoi in campo: “L’impatto è stato pietoso. È stata una serata amara. l’Inter ha giocato molto male nel primo tempo, malissimo nei primi 20 minuti, forse i peggiori di sempre. Sembrava una partita di pre-stagione. Siamo entrati in campo molli e Klose ha fatto un gol che trovo facile. Nel secondo tempo abbiamo avuto anche delle occasioni, ma abbiamo meritato di perdere. Sono amareggiato per l’atteggiamento di alcuni giocatori”.
Il tecnico nerazzurro non ci va leggero: “Il rigore? Murillo è stato un pollo, ormai è alla 35ª partita di campionato italiano, bastava che si fermasse, speriamo serva per la prossima stagione. Errori così l’anno prossimo non possono essre fatti”. E continua: “Assicurarsi la matematica del quarto posto con una piccola speranza. Se la Roma non avesse vinto a Genova, potevamo ancora avere speranza. Abbiamo fatto il primo tempo male, abbiamo difficoltà enorme a fare gol, abbiamo bisogno di più qualità, abbiamo sbagliato troppe volte l’ultimo passaggio”.

Leggi anche:  Euro 2020, arresto cardiaco per Christian Eriksen. Ecco la situazione LIVE

È talmente tanto amareggiato che non ha voluto parlare neanche di calciomercato: “No, sono troppo amareggiato per la sconfitta, ma non per la classifica ma per l’atteggiamento dei giocatori, per parlare di mercato”.

Il portiere Handanovic commenta la brutta sconfitta e il fallimento dell’obiettivo del terzo posto: “Siamo stati mosci, abbiamo regalato i primi 20′. Poi nella ripresa abbiamo creato qualcosa, siamo stati poco concreti. In una squadra ci vuole tutto, ma si gioca naturalmente per i gol e quelli ci sono mancati quest’anno. Mancini? C’era delusione, ma penso che ogni giocatore sappia quando sbaglia una partita, non servono tante parole. Oggi non è andata bene, dobbiamo pensare alla prossima. Io non do nessun voto, dico solo che il nostro obiettivo era il terzo posto e non l’abbiamo raggiunto. La prima parte del campionato è stata positiva, ma la seconda no.”

  •   
  •  
  •  
  •