Scandalo calcioscommesse, anche partite di Serie A nel mirino

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

gori-espulso

Scandalo calcioscommesse, spunta un dossier con gare anche di serie A. Nei giorni in cui si torna a parlare di scommesse legate al calcio, un nuovo scandalo rischia di travolgere non soltanto la Serie B, ma anche la A. Dopo le clamorose rivelazioni e gli arresti legati alla Camorra nel giro delle scommesse che ha coinvolto in particolare ex calciatori dell’Avellino ecco che lo scandalo calcioscommesse si allarga anche alla massima serie. In particolare il Frosinone, al centro di flussi anomali di puntate riguardanti ben 5 partite del campionato appena terminato. Lo rivela l’edizione odierna di ‘Repubblica’, che riporta l’elenco delle gare su cui si sono accesi i riflettori: Frosinone-Milan 2-4 dello scorso 20 dicembre, Frosinone-Napoli 1-5 del 10 gennaio, Genoa-Frosinone 4-0 del 3 aprile, Verona-Frosinone 1-2 del 17 aprile e Napoli-Frosinone 4-0 del 14 maggio. Per ora, bene precisarlo, non è stata aperta alcuna indagine da parte della FIGC. Però, scrive il quotidiano, le autorità competenti sono già state avvertite tramite un dossier in cui sono registrate le puntate anomale sulle 5 partite. Scommesse riguardanti eventi particolari come handicap e over, ma anche – con riferimento alla partita del Bentegodi – puntate insolitamente alte su un goal nel finale dei ciociari, effettivamente verificatosi.

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

L’1-5 contro il Napoli, poi, è stata una gara “clamorosa per numeri di giocate, uno dei record assoluti della Serie A di quest’anno”. Ed è singolare che anche il ritorno si sia segnalato per un episodio poco chiaro: l’espulsione quasi immediata di un calciatore del Frosinone, nello specifico Gori, quasi prevista dagli scommettitori che vi avevano puntato somme ingenti. In questo caso la Procura Federale ha già aperto un fascicolo a riguardo. Il club ciociaro respinge con forza ogni illazione, ma intanto i prossimi giorni potrebbero presentare novità rilevanti in questo senso. Anche perché nel mirino delle autorità non c’è soltanto la Serie A: flussi anomali di scommesse si sono registrati anche in occasione di 11 partite di Lega Pro. La maggior parte di queste, scrive ancora ‘Repubblica’, riguarda il Messina. Ed è facile immaginare che  il pareggio contro la Paganese per 2-2 con un anomalo flusso di giocate proprio sul segno X, rientri nell’elenco. Ma sarebbe coinvolto anche il Catania, a 12 mesi di distanza dallo scandalo scommesse di cui si rese protagonista il club etneo.

  •   
  •  
  •  
  •