Scontri salvezza, botta e risposta tra Zamparini e Bonacini

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

scontri salvezza
Manca solo una giornata alla fine di questa stagione 2016/2017 e Zamparini è di nuovo protagonista fuori dal campo.  Resta ormai un solo verdetto da dare: con il Verona, già retrocesso da alcune giornate, e il Frosinone, che saluta la serie A dopo un solo anno di permanenza con una giornata d’anticipo, gli scontri salvezza riguardano solo Palermo e Carpi.
Se fino a poche giornate fa era il Carpi quello salvo, ora le carte in gioco si sono mescolate ed è il Palermo a occupare la quartultima posizione. Nella 37esima giornata, con il pareggio del Palermo con la Fiorentina e la sconfitta del Carpi con la Lazio, c’è stato un capovolgimento nella zona rossa con i rosanero che ora vedono la salvezza sempre più vicina. L’ultimo turno sembra sorridere più proprio al Palermo, impegnato in casa al Barbera con l’ormai retrocesso Verona; il Carpi dovrà invece vedersela in casa dell’Udinese.

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

Quando il suo Palermo sembrava essere condannato alla retrocessione, Zamparini aveva più di una volta messo in discussione la regolarità di alcune gare (vedi Verona-Frosine, nel quale i giocatori di casa si sarebbero girati dall’altra parte in occasione del gol frusinate) e l’arbitraggio in altre (vedi il comunicato ufficiale dopo Carpi-Empoli, con tanto di elenco degli errori arbitrali); ora torna di nuovo parlare, proprio su queste ultime dichiarazioni, intervenendo a Radio Anch’io Sport: “Non ho fatto delle accuse, sono 35 anni nel calcio e sono smaliziato. Ho solo alzato l’attenzione sulla corsa salvezza. Sappiamo cosa è successo negli anni passati, non è che dopo calciopoli siamo tutte vergini e ho invitato il designatore a pensare che la lotta salvezza fosse importante e a mandare gli arbitri più in forma. E lo ha fatto. Ho solo messo in evidenza, furbescamente, una situazione che andava guardata con occhi ben vigili e sono contento che sia stato fatto”. Ciò che fa più scalpore è, però, il suo ringraziamento: “Ringrazio i miei giocatori e l’allenatore Ballardini per la salvezza ottenuta”.  Il patron rosanero dà già per scontata la salvezza, nonostante il punto di distacco sia solo uno.

Leggi anche:  Mourinho chiama Sergio Ramos, la Roma tenta il colpo

Il Carpi, che già aveva risposto alle precedenti provocazioni di Zamparini, non resta zitto a guardare. Il presidente Bonacini interviene agli stessi microfoni e replica: “Noi correttamente abbiamo sempre tenuto un profilo silenzioso, facendo parlare il campo.” Spera, inoltre, che il Verona faccia il suo dovere soprattutto dopo le illazioni del presidente rosanero: “Zamparini settimane fa ha in qualche modo accusato il Verona per la partita persa con il Frosinone . Mi piacerebbe vedere che domenica, a Palermo, il Verona giocasse come ha giocato col Milan e con la Juve. A noi nessuno ha regalato niente, spero che il Verona domenica faccia la sua parte. Fossi il presidente del Verona, se mi dicono che il risultato col Frosinone ha aspetti non molto corretti, cercherei di incitare la squadra al massimo.”
Un atteggiamento totalmente diverso quello che caratterizza Bonacini, che rimprovera invece il modo di fare del suo avversario: “Da parte nostra, se meriteremo di retrocedere, lo accetteremo, ma ognuno deve fare la sua partita”.

SCONTRI SALVEZZA 38ESIMA GIORNATA
Palermo-Verona domenica 15 maggio 20.45
Udinese-Carpi domenica 15 maggio 20.45

  •   
  •  
  •  
  •