Salah – Fiorentina 1-0. Via al secondo round

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui

salah
Nessuna svolta nella vicenda Fiorentina – Salah: la Fifa ha rigettato infatti  l’istanza di risarcimento presentato dalla squadra viola in merito alla questione che va avanti ormai da un anno, dando quindi ragione al calciatore attualmente alla Roma.

I viola non demordono e  preparano il ricorso al Tas

Cerchiamo di riepilogare la questione in pochi punti salienti:

1) Nel gennaio 2015 la Fiorentina cede Cuadrado al Chelsea in cambio di soldi più il prestito per 6 mesi di Mohamed Salah.
Nel contratto sono presenti due opzioni importanti per la squadra viola: la prima è il prolungamento per un ulteriore anno di prestito a 1 milione di euro, e l’altra è il diritto di prelazione in favore dei viola per l’anno 2017/2018 per una somma di circa 18 milioni di euro.

2) Salah gioca 6 mesi fantastici a Firenze, facendo innamorare i propri tifosi che vogliono il riscatto e così a giugno la Fiorentina versa quel milione che consente alla squadra viola di tenere l’egiziano in prestito anche per la stagione successiva. La Fiorentina gli offre poi un contratto ricchissimo di 4 anni, a 3 milioni netti a stagione.

3) Il calciatore però sparisce: non si presenta in ritiro a Moena, non da sue notizie, tant’è che la Fiorentina lo aspetta, facendo decadere la proposta di nuovo contratto, è arrabbiata decide di mantenere l’accordo in essere tra calciatore e Chelsea che l’egiziano stesso aveva firmato.

4) Nel contratto firmato da Salah spunta un documento che pone il diritto di veto al calciatore, ovvero la possibilità alla fine dei 6 mesi di poter scegliere se continuare a giocare con la Fiorentina o meno. La carta è firmata anche dall’amministratore delegato Mencucci. Questo è il punto centrale della storia, perchè se non ci fosse stato quel diritto di veto, probabilmente Salah non avrebbe mai giocato per la Fiorentina.

5) Il calciatore torna da Mourinho, ma solo di passaggio, dato che   viene ceduto alla Roma (prestito con diritto di riscatto obbligatorio per una cifra vicina ai 20 milioni e ingaggio di 3,2 milioni, 200 mila euro in più del contratto offertogli dalla Fiorentina per intenderci).

6) Arriviamo al nocciolo della questione: Salah aveva già firmato il contratto con la Fiorentina che vi abbiamo descritto sopra per questa stagione, infatti la squadra viola ha pagato il milione al Chelsea (mai restituitogli) e ha un contratto con l’egiziano firmato da lui stesso.
Contemporaneamente però, l’egiziano ha firmato anche con la Roma, quindi ha 2 contratti firmati, nella stessa stagione, con 2 squadre diverse.

7) La Fiorentina fa causa al Chelsea per ottenere la squalifica del calciatore e un cospicuo risarcimento, mentre Salah fa valere il proprio documento con il proprio diritto di scegliere in quale squadra giocare.

8) Nella giornata di ieri la Fifa dà ragione a Salah e rigetta l’accusa della Fiorentina, che ricorrerà al Tas, il secondo e ultimo grado di giudizio del diritto sportivo.

Conclusioni: La Fiorentina pretende di avere ragione perchè secondo lei quel diritto di veto di Salah vale per il diritto sportivo internazionale che tutela i calciatori, mentre non può valere per la FIGC, vista la presenza di 2 contratti firmati dallo stesso calciatore con 2 squadre diverse.

L’impressione è che la vicenda non sia ancora finita, con il Tas che diventa ora protagonista.
Una doccia ghiacciata, ma anche un po’ annunciata quella viola, che alla fine di tutta questa storia, vorrebbe un finale diverso.

Per ora vincono Salah e Ramy Abbas, il suo procuratore, nonchè vero artefice del misfatto, che per ottenere la provvigione ha dovuto a tutti i costi cercare un contratto nuovo per il suo assistito.

Ora si aspetta la pronuncia del Tas per chiudere definitivamente la storia.

In caso di vittoria viola, il calciatore rischia una squalifica fino a 6 mesi e il Chelsea dovrà dare un congruo risarcimento alla Fiorentina. Ma questa è pura invenzione adesso…

Finisse così per la squadra toscana sarà una vera e propria beffa…

  •   
  •  
  •  
  •