Amichevoli Roma: gli impegni giallorossi negli Usa, Manolas caso aperto

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

amichevoli romaAmichevoli Roma: la truppa giallorossa agli ordini di Luciano Spalletti è partita alla volta degli Stati Uniti per continuare la preparazione precampionato. Totti e compagni resteranno quasi due settimane negli Usa, a Boston, città natale del presidente James Pallotta. Saranno due le amichevoli Roma da disputare oltreoceano, il 1° agosto c’è da sfidare il Liverpool di Jurgen Klopp a Saint Louis. Il 3 agosto invece sarà la volta di affrontare, in Canada, il Montreal Impact di Didier Drogba, squadra in cui militano gli italiani Donadel e Mancosu, prima di far ritorno in Italia per preparare al meglio il playoff di Champions League( andata 16/17 agosto, ritorno 23/24 agosto). Grande entusiasmo alla partenza per gli Usa per i giallorossi:” La squadra sta bene, andiamo negli Stati Uniti per continuare a lavorare tanto e bene”, parole e musica di Luciano Spalletti all’aeroporto di Fiumicino. 
A turbare la quiete giallorossa c’è il caso Kostas Manolas, il difensore greco che aspetta un rinnovo e un ritocco di contratto che tarda ad arrivare. Inizio di stagione inquieto per l’ex Olympiacos, spifferi da Pinzolo parlano di un giocatore poco concentrato, forse distratto dalle voci di mercato che vogliono il Chelsea di Conte molto interessato a lui. Con l’arrivo ufficiale di Juan Jesus e quello probabile di Nacho, la Roma ha puntellato il reparto difensivo, ma è chiaro che la Roma non può permettersi di prescindere da un giocatore del calibro di Manolas.
Sempre per quanto riguarda la difesa c’è da registrare la partenza di Ervin Zukanovic, l’ex doriano va all’Atalanta in prestito con diritto di riscatto. Le amichevoli Roma negli Usa serviranno a capire meglio a Walter Sabatini in quali reparti è più urgente intervenire, se davvero Paredes può essere un titolare della nuova Roma, se Dzeko ritroverà la fiducia smarrita negli ultimi anni. Tanti gli interrogativi che aleggiano in casa giallorossa, la Juventus con un Higuain in più è sempre più lontana, il playoff di Champions League, è sempre più vicino, lì non si potrà fallire.

  •   
  •  
  •  
  •