Bielsa-Lazio, le reazioni del mondo biancoceleste

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

bielsa

L’accordo saltato fra la Lazio di Claudio Lotito e l’allenatore Marcelo Bielsa ha suscitato un certo clamore nel mondo del calcio, ed in particolar modo, come ovvio, a Roma, sponda biancoazzurra.

Queste le reazioni di alcuni personaggi in orbita Lazio:

Stefano Fiore: “Non mi stupisce che possa essere saltato l’accordo. Conoscendo Lotito non erano due soggetti che potevano stare bene insieme. Ho sempre nutrito qualche dubbio a proposito di questo arrivo. Il rapporto doveva iniziare di slancio e invece per come è andata era abbastanza plausibile che sarebbe saltato tutto”. Su Inzaghi? Qualsiasi scelta farà oggi la Lazio sarebbe un ripiego e l’allenatore non sarebbe certo contento. La Lazio è in ritardo ma al di là di questo problema chiunque verrà saprà di essere un ripiego e non avrà neanche tempo per programmare con il giusto anticipo”.

Marco Ballotta: “Diciamo che era un anno in cui la società avrebbe dovuto ripartire col piede giusto per riappacificarsi con i tifosi e invece si riparte con un problema come questo. Bisogna capire il motivo di questa brusca frenata. Capire se ci sono stati problemi legati al mercato oppure di altra natura. Una società importante come la Lazio non può arrivare all’ultimo momento a scegliere l’allenatore, è un discorso legato alla programmazione”. Su un possibile ritorno di Inzaghi?Adesso si ripartirà per forza da lui ma bisogna capire che tipo di campionato vorrà fare la Lazio visto che è una squadra che deve ancora fare mercato. Cambieranno gli obiettivi perché Bielsa non si sarebbe accontentato facilmente. Delle richieste le avrà sicuramente fatte e non credo che avrebbe accettato qualsiasi giocatore scelto dalla direzione sportiva. Adesso mi aspetto delle spiegazioni da parte della società per non perdere ulteriormente la fiducia dei tifosi. E’ una situazione che può essere corretta in corsa, ma ci deve essere chiarezza da parte del club“.

Fabio LiveraniLa rottura con Bielsa è un brutto colpo, davvero pesante per l’immagine della Lazio e del calcio italiano. Credo che il club vorrà tutelarsi per il danno subito. Bielsa a livello caratteriale ha sempre stentato e forse la Lazio ha fatto troppo affidamento sulla sua parola. Bielsa è un personaggio forte, un allenatore particolare, che a me sarebbe piaciuto molto. Il suo no alla Lazio è un male per tutto il calcio italiano. Adesso voltare pagina sarà molto difficile, anche perché siamo al via del ritiro e tutto è nelle mani di Simone Inzaghi“,

  •   
  •  
  •  
  •