Corso: “In quest’Inter non ci sono fuoriclasse, però non macano ottimi giocatori”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Corso-4
L’Inter, come molte altre squadre italiane, è un cantiere aperto. Come tale, in pieno mercato estivo, le certezze non sono molte. Però, come sottolinea Mario Corso, ex nerazzurro, pur non essendoci dei top players in rosa, la Società ha già concluso delle interessanti operazioni: “In questa squadra non ci sono fuoriclasse, però ci sono degli ottimi giocatori sicuramente“. Tourè poteva essere un valore aggiunto? “Sì, anche lui è un ottimo giocatore, un centrocampista eccezionale, ma da solo non fa la differenza. E’ sicuramente un giocatore di qualità che è meglio avere in una squadra“. Se dovesse schierarsi a favore di qualcuno, darebbe ragione ai cinesi o a Mancini che voleva il giocatore? “Io sono d’accordo con il gruppo Suning, perché Yaya comincia ad avere 33 anni. L’Inter ha già fatto dei buoni acquisti. Banega a centrocampo ma anche dietro le punte può diventare letale, è molto molto bravo. Un altro acquisto sicuramente ottimo è quello di Ansaldi, serviva un buon terzino ai nerazzurri. Io credo che se viene acquistato ancora qualcuno in mezzo al campo e magari una punta, la squadra può diventare davvero competitiva“.

A parer suo Mauro Icardi vestirà ancora la maglia dell’Inter o potrebbe partire? “Io penso che al 99% rimanga a Milano. Anche perché è vero che l’Inter incasserebbe una bella cifra, ma sarebbero soldi da mettersi in tasca e fine della storia. Andare a prendere un altro calciatore che ti assicura 20/25 reti non è facile“. Finita la rassegna continentale degli Europei in Francia, c’è qualche giocatore che potrebbe far comodo ai nerazzurri? “Ce ne sono tanti. Un giocatore per me da prendere subito è Hazard del Chelsea. Per quanto riguarda gli Europei, non capisco i giornalisti italiani che stanno parlando in maniera pazzesca di Conte, siamo arrivati ottavi! Ci siamo posizionati dietro l’Islanda e dietro il Galles, ma stiamo scherzando? Sembra che abbiamo vinto noi!“.

Il mercato, si sa, spesso regala gioie e colpi di scena negli ultimi giorni, se non nelle ultime ore, quindi, il tempo per colmare le lacune rimanenti non manca di certo.
Come accennato da Corso, con un paio di innesti a centrocampo e un’altra punta, l’organico dovrebbe dimostrarsi competitivo per lottare almeno per il terzo posto. Lo scudetto? Tutt’altra storia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: