Diego Perotti: “La Roma deve puntare allo scudetto”

Pubblicato il autore: Eugenio Usai Segui

PerottiRoma

Diego Perotti rilancia le ambizioni della Roma. Diego Perotti è stato il primo a presentarsi alle visite mediche, in vista della preparazione della nuova stagione dei giallorossi. L’ex calciatore del Genoa ha parlato degli obiettivi ambiziosi della sua Roma, reduce da un gran bel finale di stagione grazie anche alla sapiente mano del tecnico Luciano Spalletti. Alle visite mediche di rito sono passati anche alcuni suoi compagni come Francesco Totti, Zukanovic, Iturbe, Strootman, Lobont, il nuovo portiere Alisson, Dzeko e Paredes.

La Roma parla chiaro
Diego Perotti inizia così: “Sappiamo che la Juventus è forte e che con la partenza di Pjanic abbiamo perso tantissimo, ma una squadra come la Roma deve puntare allo scudetto e a fare bene in Champions”, l’argentino è consapevole del fatto che la Juventus è un avversario di caratura internazionale e che la mancanza del bosniaco probabilmente si farà sentire. Nonostante ciò la Roma ha ben chiare le sue mire e non si nasconde, il campionato è nel mirino dei giallorossi che sono pronti a dare battaglia contro lo strapotere della Juventus. Missione tutt’altro che facile, i bianconeri infatti dominano in Italia da ben cinque anni e solo nell’utlima stagione il Napoli è riuscito a crearle qualche noia, per lo più a causa della falsa partenza della “vecchia signora”. C’è da dire che se la Roma riparte da quanto di buono ha fatto nella seconda parte di stagione, allora qualche concreta speranza di aggiudicarsi lo scudetto esiste. Certo che vedendo gli acquisti della Juventus (Dani Alves, Pjanic e il quasi affare concluso Benatia), è chiaro che l’intento dei bianconeri è quello di ripetere l’impressionante ruolino di marcia fatto registrare quest’anno, e se ciò avvenisse, difficilmente qualcuna riuscirebbe a stargli dietro; anche una validissima Roma che può migliorare l’andamento seppur lusinghiero della cura Spalletti.

I rinforzi della Roma
Non solo Perotti. La Roma necessita di rinforzi, soprattutto in difesa. Vermaelen e Caceres sono gli obiettivi, forse però potrebbero risultare non all’altezza per l’intenso anno calcistico che la Roma dovrà affrontare: Vermaelen è un difensore arcigno e pure ben dotato tecnicamente, ma potrebbe lamentare problemi nelle presenze a causa della mole di infortuni in cui potrebbe incorrere (la sua carriera ne è piena); Caceres ha più o meno lo stesso problema, sebbene le sue qualità non si discutano. In entrambi i casi la loro duttilità risulterebbe più che necessaria al tecnico di Certaldo. Intanto l’Inter sta un po’ mollando la presa col suo difensore centrale Juan Jesus, a lungo inseguito dalla Roma e che dovrebbe sostituire temporaneamente e nel migliore dei modi l’infortunato Rudiger. Tra i pali c’è già da registrare l’acquisto di Alisson, portiere titolare della nazionale brasiliana, che sebbene tutti ne parlino bene, fa sollevare qualche dubbio sul suo valore, anche per via della vistosa papera commessa in Copa America; in caso di sue prestazioni poco positive, si sta valutando la conferma di Szczesny. Per il centrocampo è spuntato il nome di Bjarnason, protagonista con la sua sorprendente Islanda agli europei, che è pronto a declinare altre offerte estere pur di ritornare in Italia. Altro innesto importante potrebbe essere quello di Leandro Paredes, dato ormai per partente, che è in procinto di rimanere e di stupire Spalletti facendo già meglio di quanto ha fatto ad Empoli, e se così fosse, la Roma si troverebbe in casa un ulteriore valido acquisto. La Roma inoltre sta lavorando per migliorare la propria rosa, ma è opinione diffusa che dovrebbe scegliere obiettivi di ben altra caratura se vuole cercare di impensierire la corazzata Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •