Gilardino: “Non avrei voluto lasciare il Palermo”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

MODENA, ITALY - JANUARY 30: Alberto Gilardino of Palermo celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Carpi FC and US Citta di Palermo at Alberto Braglia Stadium on January 30, 2016 in Modena, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Alberto Gilardino, uno dei fautori dell’ultima salvezza in campionato del Palermo, ha deciso di dedicare ai tifosi rosanero una lettera, per salutarli, e far capire come la sua volontà fosse quella di non cambiare piazza. Queste le sue parole attraverso il suo profilo di twitter:

Cari tifosi palermitani, sono a scrivere queste poche righe perché la mia avventura con questa maglia, purtroppo per volontà non certo mia, è giunta al termine. Ho deciso di scriverci per dirvi una parola: “Grazie”. Grazie perché nonostante la diffidenza iniziale che palesavate nei miei confronti per fatti che appartengono al passato avete saputo guardare oltre, avete imparato a conoscermi ed io ho imparato a conoscere voi. Mi avete supportato e incoraggiato per tutto l’arco della stagione, ho sentito il vostro affetto sempre. Sono rimasto molto colpito dalla grande dimostrazione di attaccamento tramite striscioni e social: ve ne sono veramente grato. Io ho sempre cercato di ripagare tutto questo affetto lavorando sempre per il bene del Palermo. Ringrazio tutti i miei compagni di squadra e lo staff che ha lavorato con noi. E’ anche grazie a loro che siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo malgrado le difficoltà. Sarà sempre un grande onore tornare da voi e salendo le scale del Barbera mi ricorderò di tutte le emozioni e di tutte le sensazioni vissute quest’anno. Un affettuoso abbraccio a tutti“.

Nel prossima stagione, quindi, il Palermo, del vulcanico presidente Maurizio Zamparini, dovrà fare a meno del suo bomber. A questi punti, c’è da domandarsi dove si accaserà il campione del mondo. Non dovrebbe essere difficile, per chi si è imposto in Serie A con valanghe di goal, trovare una buona sistemazione, anche se la carta d’identità comincia a far sentire il suo peso, visto le ormai prossime trentaquattro primavere.

Nell’ultima stagione, come detto, ha contributo alla permanenza dei rosanero della massima serie, con 10 goal in 33 presenze, dimostrando, quindi, di possedere ancora un ottimo fiuto del goal, e una buona integrità fisica. Chiunque scommetterà su di lui, visto le premesse, potrà contare non solo su di un innesto di valore, ma su di un professionista esemplare, ancora capace di inquadrare la porta.

  •   
  •  
  •  
  •