Inter cinese, un venticinquenne come presidente?

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

inter cinese51 giorni passati dal famigerato 14 maggio che ha sancito la nascita dell’Inter cinese, un passaggio storico con l’uscita di scena di Massimo Moratti come proprietario dell’Inter e l’ingresso della Suning negli uffici di corso Vittorio Emanuele. A oggi rimane ancora presidente l’indonesiano Erick Thohir, ex socio di Moratti e detentore del 31% delle azioni dell’Inter, ma il Cda è fortemente cambiato, come sono cambiate le strategie societarie che prevedono non solo la forte esportazione del marchio Inter in Oriente, ma anche, e soprattutto, la sponsorizzazione di società cinesi che porterebbero soldi liquidi alla società che deve saper agire sul mercato facendo rientrare il debito derivato dal bilancio annuale come accordi con l’Uefa. Per l’ex presidente e proprietario del Triplete, Massimo Moratti, è stato ricavato un ruolo di advisor di primo piano, questo perché il gruppo Suning ha deciso di investire sulla sua persona per generare una sorta di continuità tra il passato e il futuro della società che deve proiettarsi nuovamente nel grande calcio.

Inter cinese: vicino l’addio di Thohir alla presidenza

Si prospettano grandi cambiamenti societari per l’Inter cinese, che punta fortemente alla Champions League come obiettivo minimo per il prossimo anno, e promette almeno due colpi di grande livello (oltre a quelli che ci sono già stati), per poter gareggiare alla pari con Roma e Napoli e sfidare lo strapotere Juve, che con l’acquisto di Pjanic è ancora più forte dello scorso anno. Dal punto di vista societario si prospetta a breve l’uscita di scena di Thohir come presidente, e l’ingresso si un membro della famiglia Zhang per il ruolo supremo di rappresentanza. Tutto fa pensare al figlio del magnate cinese Steven, che sarebbe non solo il presidente più giovane della serie A, ma anche il primo presidente cinese. Dalla sua il giovane Steven Zhang ha il fatto che parla perfettamente inglese, e che sia un appassionato di economia, nonché un esperto contabile, cosa essenziale per guidare una società di calcio, inoltre potrà contare sul supporto di Moratti (da qui il ruolo di advisor), che è rimasto molto stupito del ragazzo e lavorerebbe quindi molto volentieri con lui. A differenza del padre il giovani Steven risiederebbe più o meno stabilmente a Milano, mostrandosi sempre vicino alla squadra e gestendo le cose in prima persona.

Inter cinese: Mancini inizia il raduno

Inizia oggi alle ore 17.30 il raduno dei nerazzurri alla Pinetina alla corte di Roberto Mancino che non potrà contare sui big impegnati con le nazionali e ora in vacanza. Saranno presenti Mauro Icardi, Geoffrey Kondogbia, Samir Handanovic e Cristian Ansaldi (uno dei nuovi acquisti). Si aggregheranno poi alla squadra i primavera Miangue, Dellagiovanna, Radu, Zonta, Bakayoko e Pinamonti, oltre ad Andrea Ranocchia, Marco Andreolli, Dodò, Yao e Bessa tornati dai rispettivi prestiti. Per Ronocchia, Andreolli e Dodò si prospetta un futuro lontano dall’Inter, dove hanno avuto la loro occasione ma non si sono saputi né integrare né farsi apprezzare dal coach jesino che a quanto pare non ha fiducia sulle loro potenzialità. Le offerte per i tre calciatori comuque non mancano, specialmente all’estero, anche se la plusvalenza potrebbe essere negativa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: