Inter, Mancini lascia il ritiro di Brunico: pronto a dire addio ai nerazzurri?

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

Mancini
Ci ricordiamo di una Inter che iniziava piano a competere con le grandi, quell’Inter era allenata da un giovane Mancini e giocava bene, divertiva. Qualcuno se la ricorda? Sbagliamo o c’era un genio in campo come Veron, probabilmente era lui a far girare la squadra, comunque sia lo aveva fortemente voluto il Mancio. Pochi ricordano quell’Inter, ne siamo sicuri, ma era divertente e vincente, Coppa Italia e Supercoppa a Torino con la Juventus, primi passi verso il ciclo e il triplete. Ma prima…, calciopoli. Che nella mente degli avversari avrebbe reso il ciclo dell’Inter più facile… Tralasciando ogni ulteriore polemica, è stato il Mancio a iniziare prima di calciopoli il ciclo interista, o almeno a gettarne le basi, a far capire ai giocatori di non aver paura di vincere, ripeteva spesso lui, “vincere aiuta a vincere”. Come abbiamo già scritto, il clima in casa Inter non è molto buono e c’è tensione tra Mancini e la nuova proprietà: a noi dispiacerebbe che la vicenda del Mancio all’Inter finisse male, non sarebbe giusto per nessuno.
Di nuovo, chiediamo un pochino più di chiarezza, per confermare la nostra fiducia, amicizia in Mancini, o nell’intraprendere un altro percorso e salutare bene e ringraziare Mancini.
Le sue squadre non hanno più fatto a nostro avviso quel gioco corale e creativo della sua prima esperienza all’Inter? C’è qualcuno che ricorda quel bel gioco o è una nostra allucinazione? A voi…

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)
  •   
  •  
  •  
  •