Juve, la cautela di Massimiliano Allegri: “Attenzione, nulla è scontato”

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
allegri australia

Massimiliano Allegri, tecnico della Juve, in Australia.

Allegri: “Non bisogna dare niente per scontato”

Per una Juventus data già per favorita per il Campionato italiano e persino in Champions, c’è invece un Allegri che predica calma. L’allenatore livornese, a margine della vittoria contro il South China, si sofferma sugli acquisiti, la stagione che sta per cominciare e gli obiettivi della Juve. Il tecnico predica umiltà, lodando il lavoro svolto finora e l’importanza per i suoi calciatori di non aver subito nessun infortunio nella preparazione estiva. Marotta gli ha regalato 5 nuovo acquisti di prima fascia. In difesa Benatia, scopertosi goleador nelle prime partite giocate e Dani Alves. Poi in mezzo al campo, Pjanic, fantasista della Roma. In attacco il grande colpo Higuain, strappato al Napoli e Pjaca, talento croato di cui si parlerà molto in futuro. Allegri e la società sanno però, che bisogna lavorare molto e vincere sul campo e non in sede di Calciomercato. Il tecnico predica umiltà

Il mercato e il match col South China

Sono arrivati 5 giocatori nuovi e quindi bisogna inserirli, con caratteristiche e metodologie di lavoro diverse – ha detto a fine partita -. Quindi bisogna avere la forza subito di ripartire con grande umiltà, perché si danno un po’ troppo le cose per scontate”.
E’ stato un buon test anche oggi, non era facile giocare con questa temperatura, però i ragazzi si sono impegnati – ha spiegato Allegri -. Abbiamo concluso una prima parte della preparazione senza neanche un infortunato e questo è un buon segno. Abbiamo lavorato bene e ora martedì ci riuniremo tutti insieme e partirà l’annata della Juventus”.

La prossima stagione e gli obiettivi

La stagione è importantissima come tutte le stagioni della Juventus, perché quando si parte bisogna lavorare per centrare tutti gli obiettivi per cui giochiamo. Sono arrivati 5 giocatori nuovi e quindi bisogna inserirli, con caratteristiche e metodologie di lavoro diverse. Quindi bisogna avere la forza subito di ripartire con grande umiltà, perché si danno un po’ troppo le cose per scontate“. “L’anno scorso abbiamo pagato a caro prezzo nei primi due mesi, quest’anno ci saranno motivazioni diverse, ma sicuramente dobbiamo essere pronti per preparare la stagione soprattutto per arrivare a marzo per essere competitivi in Champions, campionato e Coppa Italia”.

  •   
  •  
  •  
  •