Napoli, le parole di De Laurentiis infastidiscono i tifosi

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

de laurentiis

E’ il giorno delle polemiche e dei confronti fra tifosi, dopo la conferenza stampa-uragano di Aurelio De Laurentiis, tenuta al ritiro di Dimaro ieri pomeriggio. Il presidente del Napoli, come abbiamo sentito, non ha escluso nessuno da Tavecchio, a Ventura, Conte ed i suoi moduli di gioco. Higuain, punto fermo delle domande dei giornalisti presenti nella sala, ed il presidente azzurro, come sappiamo non si è nascosto, aspettando la reazione del Pipita Higuain , che lunedì, dovrebbe essere a Dimaro. Chissà, come i sostenitori azzurri, l’accoglieranno, al principale artefice dello splendido campionato del Napoli inseguito dalla Juventus. Ma c’è un piccolo dubbio. Quando De Laurentiis, risponde ad un giornalista dicendoAnche senza di lui, siamo arrivati secondi. Sappiamo il calciomercato com’è, tira e molla, è un gioco a nascondino, gli scoop, e gli affari, escono soltanto all’ultimo giorno, per un mese, è soltanto una sfida tra le società, di destabilizzarsi a vicenda, per non rinforzarsi. E’ un movimento fatto apposta per ostacolare trattative magari già avviate, ma da far terminare in un sol colpo. E a Napoli, soprattutto sui social, tiene banco anche la frase, non proprio principesca del presidente, ad un a domanda, di un ex esponente della curva B: “12 anni fa eravate nella merda”, e in città, si sono offesi quasi tutti. Chissà cosa succederà il primo agosto, data della prima uscita al San Paolo, quando il Napoli giocherà l’amichevole con il Nizza, e festeggerà 90 anni. Certo, inizio più scoppiettante non poteva esserci. Tra calciomercato, fuga ipotizzabile del Pipita, e frasi non proprio pulite del massimo dirigente partenopeo. Ogni anno è così, non si ricorda periodo di preparazione tra tranquillità ed armonia. Un po’ di calma e pazienza, non farebbe male a nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •