Milan ai cinesi, le firme sono attese per la settimana prossima

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Milan ai cinesi, ci siamo! Attese per la settimana prossima le firme che sanciranno il passaggio nelle mani dei nuovi investitori.

Silvio_Berlusconi

Milan ai cinesi, Berlusconi (in foto) sta per passare la mano

Milan ai cinesi, ci siamo quasi; la tanto attesa firma che sancirà la fine della gloriosa era Berlusconi e l’inizio del nuovo cammino sta per arrivare.
Dopo le dichiarazioni del patron rossonero, tutti si attendevano una chiusura in breve tempo con voci che si sono inseguite l’una dietro l’altra e che non hanno fatto altro che aumentare le perplessità tra i tifosi, alcuni dei quali si sono sentiti presi in giro, ma si sa, in Italia non c’è pazienza e nessuno ha preso in seria considerazione che quando si tratta di cedere un club, soprattutto quando chiedi determinate garanzie, ci sono determinati iter da seguire.
Ora, però, ci siamo; il Milan ai cinesi è quasi una realtà.

Milan ai cinesi, i contratti sono quasi pronti

I contratti sono quasi pronti, andrebbero sciolti solo alcuni nodi legati alle garanzie che Berlusconi avrebbe chiesto a Sal Galatioto e Nicholas Gancikoff circa l’acquisizione da qui a due anni del mancante 20% della società, a dimostrazione che l’attuale presidente rossonero fosse seriamente intenzionato a passare il testimone.
Il garante Sal Galatioto ci starebbe pensando e i prossimi giorni saranno utilizzati proprio per raggiungere l’accordo finale con tanto di penali incluse da qui al closing di settembre.
I cinesi, infatti, garantiscono 100 milioni di euro alla firma dell’accordo preliminare, soldi che chiaramente non saranno spesi sul mercato, ma varrebbero come garanzia per l’inizio della trattativa che se, malauguratamente, dovesse saltare, resteranno nelle casse della società di Via Aldo Rossi. Stesso discorso anche per il gruppo Fininvest qualora dovesse venire meno agli accordi siglati con in più l’aggiunta della restituzione dei soldi anticipati dalla nuova cordata per l’esclusiva della trattativa.

Milan ai cinesi, ecco come cambiano gli scenari di calciomercato

Finché non arriverà il closing, il mercato del Milan sarà condiviso tra la vecchia e la futura società con Adriano Galliani e Nicholas Gancikoff in collaborazione e con una cifra pattuita da poter spendere per le trattative. Con ogni probabilità la cifra da poter utilizzare in questa sessione di calciomercato si aggira sui 50 milioni di euro, anche se il tutto è rigorosamente top secret; comunque, se dovesse essere confermata, tale cifra si andrebbe ad aggiungere a quella ricavata per la cessione dei giocatori, Bacca compreso, andando a formare un gruzzoletto di tutto rispetto ma che, soprattutto, porterebbe nuova linfa alla rosa allenata da Vincenzo Montella.
In pratica manca davvero poco e il Milan ai cinesi sarà realtà anche se ad oggi non è ancora dato sapere il nome degli investitori se pur Berlusconi ha garantito che tutti appartengono a società importanti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: