Roma, parla Spalletti: “Sarà un viaggio carico d’amore. Totti può giocare un altro anno, se lo meriterà”

Pubblicato il autore: simone canini Segui

Roma, parla Spalletti: "sarà un viaggio carico d'amore"Arrivano le prima parole della stagione 2016/2017 per Luciano Spalletti, allenatore dell’A.S. Roma. Arrivano dalla conferenza stampa tenuta a Pinzolo, sede del ritiro giallorosso. La squadra capitolina sarà impegnata domani contro una compagine locale: “bisognerà voler fare subito la differenza. Cercheremo di tenere meno possibile il pallone” sono le parole del tecnico. Arrivano subito le domande sui nuovi acquisti giallorossi e il tecnico analizza ogni singolo giocatore: “Allison mi è sembrato un grande uomo. In porta ha una forte presenza e personalità. Mi piace. poi su Paredes “Lo conosco bene, perchè sono di Empoli e l’ho visto spesso. Gli manca un pò di velocità, ma nella gestione della palla e delle scelte e soprattutto nella qualità di queste, può fare la differenza si rimane in toscana, con il laterale proveniente dall’ex squadra allenata da Spalletti: “Mario Rui può sostituire Digne. Ha grande carattere e generosità. E’ chiaro che abbia un certo tipo di fisicità.” Poi il turno dei più giovani. E di conseguenza un imprevisto ma importante tono dialettale, che sottolinea l’entusiasmo:Seck lo sto imparando a conoscere ma è “bellino”, è uno che si butta in scivolata e rincorre gli avversari. Ricci lo abbiamo seguito io e i miei collaboratori, Balzaretti incluso, ci ha fatto un’ottima impressione. Gerson ha delle doti, bisogna creare un ambiente in grado di farlo rendere al meglio”. I riflettori poi si spostano sul duello con la Juventus, in particolare sulla partenza di Miralem Pjanic: “Mire mi ha chiamato la sera prima di partire e ci siamo detti delle cose. Se dice che ha Torino si lavora meglio, avrà i suoi motivi. La Juventus è stata brava a prendere un giocatore ottimo per tocco e scelta. Se lo godranno sicuramente. Noi troveremo delle soluzioni, alcune le abbiamo già in casa”. Sul gap con le altre squadre, è chiaro l’allenatore giallorosso: “Il nostro obiettivo è confrontarsi ad armi pari con Juventus, Napoli, Milan, Inter, Fiorentina, Sassuolo e Lazio. Dare battaglia a queste squadre. E’ chiaro che se si fa una partita a poker e davanti si ha un avversario con molte fish e cervello forte, diventa complicato”. Estate. Impossibile dunque, non parlare di mercato: “Noi stiamo facendo un mercato incentrato su giocatori di qualità. Abbiamo bisogno di due difensori centrali. Uno dei quali deve essere duttile. Juan Jesus può essere il profilo giusto. Stiamo lavorando duro per portare giocatori di livello, secondo quello che la società può permettersi”. Via il mercato, dentro la tattica:“..noi vogliamo esercitare il nostro modo di stare in campo durante la prossima stagione con la difesa a 4 e la difesa a 3. Lavoreremo anche sulla difesa a 3. La squadra dovrà essere pronta a cambiare, in tutte e due i moduli”.
Si arriva alla squadra. Si parla dei singoli e Spalletti non si tira indietro. Sul criticatissimo Dzeko: “Ora posso guardarlo e valutarlo. L’ho aiutato più di tutti nella scorsa stagione. E’ importante che lui abbia intenzione di far parte della nostra squadra la prossima stagione. Se ha questa intenzione è lui il centravanti della Roma”. Sul recuperato Kevin Strootman: “Lui ha bisogno di giocare un pochino. Quanto successo l’anno scorso non è sufficiente. Gli allenamenti lo riportano ad avere un equilibrio di condizioni. Strootman è uno forte, molto forte”. Immancabile poi, la risposta sulla leggenda vivente Francesco Totti: ““L’anno scorso ha fatto capire che l’ho gestito nella maniera giusta. Si è scorretti nel dire a prescindere che Totti debba smettere. Lo stesso vale per il mio contratto. E’ una notizia che lui deve smettere? Lo volete voi. Non l’ho mai detto. Per me lui ha la possibilità di giocare un altro campionato. Dipende anche da quello che fa quest’anno. Se fa quello che ha fatto non c’è nessuna preclusione. Quello che gli state preparando non è corretto, vi state preparando a fargli fare il tour”. Uno Spalletti carico alla prima uscita stagionale, che si aspetta una stagione di fuoco, perchè, promette Spalletti“Sarà un viaggio, per chi vuole bene alla Roma, carico d’amore”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Criscitiello, che attacco a Pirlo: "Juve senza gioco e cattiveria. Squadra piccola contro le neo promosse"