Spalletti in conferenza a Pinzolo:” Non sarà l’ultimo anno di Totti”

Pubblicato il autore: Erika Lolli Segui

FB_IMG_1467891250163

Si è svolta oggi alle 16, presso la sala stampa di Pinzolo la conferenza stampa dell’allenatore Luciano Spalletti. Un pomeriggio tranquillo nella Val di Rena, almeno così si preannunciava. Dopo aver annullato la sessione di allenamenti odierna, causa pioggia, la squadra è rimasta in hotel per un pomeriggio “soft”, mentre il mister ha parlato davanti ai giornalisti presenti e non ha risparmiato battute e colpi di scena. Nella prima fase ci si è concentrati sulle domande domande riguardanti i nuovi arrivi quali il portiere Allison, già intervenuti ieri nella conferenza di presentazione ufficiale, e il giocatore ex Empoli Mario Rui che il mister ha definito due ottimi acquisti, per forza fisica e capacità di gioco. Poi si è passati al capitolo Pjanic, la domanda di come colmare il gap del sia cessione non sembra aver preoccupato il mister che si dice certo di poter sostituire le qualità dell’ormai ex campione ora in forza alla Juventus, con una intelligente gestione delle altre risorse a disposizione. Tra i giocatori candidati a colmarr il vuoto se così vogliamo chiamarlo lasciato da Pjanic , ci sarebbe anche il giovane Paredes, sia per fantasia che per giovinezza il tecnico di Certaldo conta molto su di lui. Poi c’è stato l’immancabile sermone sul Capitano Francesco Totti. Spalletti con toni alterati ha sottolineato che lui non vuole assolutamente parlare di un ultimo anno per il giocatore, bensì crede fermamente che si possa parlare di un prolungamento contratto. Affermazioni contrastanti con quando era trapelato a fine stagione quando addirittura era in dubbio il possibile rinnovo con la Roma. “Totti può e deve assolutamente essere libero di decidere lui stesso quando smettere”, “siete voi, ha proseguito rivolgendosi ad alcuni giornalisti presenti, a volere che questo sia il suo ultimo anno”. Ha poi tuonato” Io non ho mai voluto che lui smettesse di giocare, ho solo scelto quando inpiegarlo in squadra e quando no. Lui è unico e non gli si deve assolutamente portarlo in giro come un trofeo o un operazione pubblicitaria per sfruttare l’idea che questo sia il suo ultimo anno. Sarà come sempre lui a decidere, e lo deciderá da calciatore ovvero fai risultati e la risposta che avrà atleticamente in campo. Penso quindi che si possa tranquillamente parlare di un’ altro anno alla Roma per Francesco Totti”. Parole dure che lasciano sbalorditi i più, visto i recenti trascorsi tra il mister e il Capitano, parole che genereranno tante domande nella mente dei tifosi. Dichiarazioni a metá tra l’elogio, la speranza di un futuro che si allarga e lo scaricarsi di una responsabilità troppo grande anche per lui, quella di dover essere colui che decide il destino di un campione del calibro che tutti conosciamo.Nel frattempo, a Pinzolo le attività proseguono senza sosta e questa sera stessa Francesco Totti sarà presente, insieme a Strootman ed altri compagni di squadra, al PalaDolomiti nel centro storico, dalle 21 per un incontro dedicato ai bambini, mentre domani riprenderanno regolarmente gli allenamenti presso i campi del Pinzolo Village.

  •   
  •  
  •  
  •