Formidabile Mertens autore di una doppietta che salva il Napoli a Pescara. Insigne a rischio posto

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui
mertens (1)Il Napoli cadde anche lo scorso anno alla prima giornata in casa del Sassuolo dopo la rete iniziale di Hamsik. A Pescara si stava per verificare la stessa cosa: squadra spenta e lì davanti senza voglia (vedi Gabbiadini e Insigne poi sostituiti nella ripresa). Ci risiamo ancora una volta Sarri si trova davanti al problema di cambiare modulo o uomini soprattutto. La soluzione è arrivata subito rispetto lo scorso anno dalla panchina, dal solito cambio che Maurizio Sarri ha anticipato di una manciata di minuti: Dries Mertens che sostituisce Insigne nella ripresa.
Se lo scorso anno era un cambio normale, solito  e scontato. Ieri invece è stato fondamentale in quanto l’ingresso del belga ha praticamente cambiato la storia della partita. In quel momento, il Napoli era sotto di due reti, dopo un primo tempo imbarazzante, con Koulibaly, Albiol e Ghoulam inguardabili ed un centrocampo fragile, infilato continuamente dagli inserimenti di Benali e Verre.
Con Mertens il Napoli ha trovato quell’incività che era mancata nei primi 45 minuti. Ogni suo contropiede seminava il panico tra i difensori del Pescara, provati dalla pressione esercitata nella prima parte per difendere il doppio vantaggio. Mertens è andato in gol subito, dopo appena sette minuti dal suo ingresso in campo, pronto a battere Bizzarri con un diagonale sul palo più lontano. Con un pizzico di orgoglio dopo il gol si è rivolto verso la panchina per dire a Sarri fai giocare sempre me.
Una rete che ha restituito coraggio al Napoli, la squadra ha cominciato a giocare con maggiore intensità, approfittando pure del fisiologico calo del Pescara. C’è voluto, però, un altro guizzo di Mertens per rimettere a posto il risultato e per evitare a Sarri la prima sconfitta stagionale: nei due precedenti in A, aveva rimediato altrettante sconfitte. Il belga e Milik certo hanno dato incisività e anche un pizzixo di qualità in più alla fase offensiva.
Il fuori forma di Insigne potrebbe far riflettere attentamente Sarri nell’impiegare Mertens forse dal primo minuto per i prossimi impegni. La concorrenza in questa stagione è più agguerrita e non si possono aspettare i giocatori. Tutti sono indispensabili e nessuno è prima donna come Higuain lo scorso anno.
  •   
  •  
  •  
  •