Cagliari, Bruno Alves: “Mi manda Cristiano Ronaldo”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

“Mi manda Cristiano Ronaldo”

Se Bruno Alves è l’attuale difensore del Cagliari, in parte lo si deve anche a Cristiano Ronaldo. Secondo alcune indiscrezioni, il campione portoghese avrebbe suggerito al suo compagno di Nazionale Bruno Alves, di scegliere il Cagliari e la Sardegna senza alcun indugio. Le motivazioni di questa scelta emergono direttamente dalle parole del difensore: “Si, è vero. Ho parlato del Cagliari con Cristiano Ronaldo. Mi ha detto che la scelta era quella giusta e la Sardegna era il posto giusto in cui vivere. Ronaldo conosce la Sardegna, ci viene spesso in vacanza e mi ha spinto a dire di sì, ricordandomi quanto siano importanti in Italia i difensori di personalità. Poi, io e mia moglie ci siamo convinti quando siamo venuti qui. Inoltre, ci tengo a precisare che ci sono state soprattutto le motivazioni del presidente Tommaso Giulini a Londra, le forti parole del mister Rastelli, ma anche Nené mi ha incoraggiato. Ha fatto grandi cose in Portogallo. L’ho sempre seguito anche quando è venuto qui da voi”.
Bruno Alves ha così spiegato il suo rapporto con Cristiano Ronaldo: “Io e Cristiano Ronaldo giochiamo assieme fin dall’Under 21. Lui ha una forte personalità, ti sprona, ha carattere e grinta, è molto facile giocare con compagni così forti”. Ecco il Bruno Alves pensiero sulla Serie A: “La Serie A è un campionato difficile, tattico, con forti pressioni. Sono tranquillo: in questa fase della mia carriera, ho scelto al meglio. Metterò sicuramente la mia esperienza al servizio del team”.
Già in passato Bruno Alves avrebbe potuto incrociare il campionato italiano: “Gli avversari sono tutti da rispettare e affrontare con grande attenzione. Tra l’altro, qualche anno fa, ho avuto la possibilità di andare alla Juventus, ma alla fine non se ne fece nulla. Ora penso solo al Cagliari. I grandi campioni si limitano con una difesa collettiva. Ho l’opportunità di misurarmi con attaccanti importanti”. Difensore dalla forte personalità, non è esente dall’aver ricevuto qualche rosso in carriera: “I cartellini? No problem. Sono un difensore e il mio compito è difendere. Nella mia carriera però ho ricevuto qualche cartellino giallo, ma di rossi, pochi. Darò il meglio per far crescere il Cagliari. Vogliamo fare una buona stagione e raggiungere una salvezza tranquilla. Già dalle prime amichevoli stiamo facendo bene, nonostante siano solo partite estive ancora nel pieno della preparazione”.
Infine, ha concluso con una riflessione sugli obiettivi del Cagliari che finora è stato protagonista di una campagna acquisti a dir poco interessante: “Il mio obiettivo personale è farmi trovare pronto al servizio della squadra per aiutarla a raggiungere il prima possibile il suo obiettivo primario: la salvezza. Spero che i tifosi vengano a supportarci per tutta la durata della stagione. La loro presenza può fare la differenza durante la partita. Noi tutti ci aspettiamo il loro aiuto, supporto, questo ci renderebbe felici. Come mi descrivo? Determinato, motivato e ovviamente vincente”Fresco di trionfo a Euro 2016, considerato miglior giocatore lusitano nel 2009, Bruno Alves ha tutte le carte in regola per aiutare i rossoblù al rientro in A.
  •   
  •  
  •  
  •