Scroll to Top
HOT

Milan, Fassone sceglie il nuovo Direttore Sportivo. E spuntano anche due indimenticati ex

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
mercato milanIl Milan che verrà potrebbe ripartire da due nomi che hanno fatto la storia calcistica del club rossonero. La nuova proprietà cinese, dopo aver definito tutte le clausole dell’accordo per l’acquisizione della quasi totalità della società milanese, sta lavorando sotto traccia per definire il nuovo organigramma societario del nuovo Milan. In queste ore sono numerosi i nomi accostati alla società rossonera, individuati per rivestire ruoli di primaria importanza nella gestione sportiva e non del club rossonero. Detto già ampiamente di Marco Fassone, scelto dalla nuova proprietà cinese come Amministratore Delegato e Direttore Generale del nuovo Milan, adesso l’attenzione è tutta concentrata verso la scelta delle altre figure che andranno a ricoprire importati ruoli, primo fra tutti quello di Direttore Sportivo. In questo senso Fassone sembra essere orientato ad affidare questo delicato compito ad un suo vecchio collaborato, Riccardo Bigon, ex DS di Napoli e Verona ed oggi a Bologna. I due ebbero modo di lavorare insieme a Napoli per due stagioni, dal 2010 al 2012.  Dopo il suo passaggio all’Inter Fassone tentò di portare proprio Bigon a Milan ma l’opposizione di De Laurentiis bloccò l’operazione. Tra i due, quindi, vi è parecchia stima reciproca ed il nome di Bigon sembra essere oggi in pole, davanti a quello di Walter Sabatini e Daniele Pradè.

Il profilo di Riccardo Bigon

45 anni, padovano, Riccardo Bigon è figlio di Alberto che i tifosi rossoneri ricordano bene perchè ha indossato per nove stagione la maglia del Milan ,vincendo uno scudetto, una Coppa delle Coppe e tre Coppe Italia. Laureato in Giurisprudenza Bigon ha avuto una discreta carriera come giocatore arrivando a giocare in serie C2. La sua carriera da dirigente, invece, inizia nel 2004 quando il presidente Lillo Foti lo vuole come team manager della Reggina. Sullo Stretto in poco tempo diventa direttore generale e diesse: un tuttofare decisivo nella costruzione di una squadra che riesce sempre a conservare la serie A. Nell’ottobre del 2009 lo sbarco al Napoli, dove lavora con successo per cinque stagioni. Cavani e Higuain sono due felici intuizioni: ma lo sono stati ancor di più gli acquisti dei vari Hamsik, Mertens e Callejon. L’unica macchia a Verona, la scorsa stagione, dove incappa nella sua prima retrocessione. Da giugno riveste l’incarico di Direttore Sportivo del Bologna.

Nel processo di ricostruzione societaria del Milan potrebbero trovare spazio anche due figure mai dimenticate tra i tifosi rossoneri. Infatti la nuova proprietà cinese starebbe valutando la possibilità di affidare incarichi in seno alla nuova società a

Paolo Maldini e Demetrio Albertini.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: