Sampdoria, Ferrero: “50% incasso derby a vittime terremoto”. Tifoseria: “Raccolta fondi per le vittime del sisma”

Pubblicato il autore: Matteo Rosagni Segui

Dal Presidente Ferrero ai tifosi tutti, la Sampdoria scende in campo per aiutare le vittime del sisma

La tifoseria della Sampdoria ed il Presidente blucerchiato Massimo Ferrero promettono aiuti concreti in favore delle popolazioni colpite dal sisma

La tifoseria della Sampdoria ed il Presidente blucerchiato Massimo Ferrero promettono aiuti concreti in favore delle popolazioni colpite dal sisma

La Genova blucerchiata si mobilita per aiutare concretamente le vittime del tremendo sisma che ha devastato il centro Italia. La Sampdoria tutta, dalla Società di Corte Lambruschini ai suoi tifosi, è pronta a scendere in campo per cercare di dare il più possibile una mano in questo momento di enorme difficoltà.

Il Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, tramite un comunicato apparso sul sito ufficiale blucerchiato sampdoria.it, promette di devolvere il 50% dell’intero incasso del prossimo Derby della Lanterna, che si disputerà il 23 Ottobre e invita il suo collega rossoblu Enrico Preziosi a fare altrettanto per il derby di ritorno:

Gli italiani sono un popolo fantastico e generoso, tutti stanno facendo qualcosa per i connazionali colpiti dal terribile terremoto. Noi uomini di sport e spettacolo abbiamo una grande responsabilità e dobbiamo dare un forte segnale che duri nel tempo, anche quando di questa tragedia si parlerà sempre meno.Ho quindi deciso di devolvere il 50 per cento dell’incasso del prossimo Sampdoria-Genoa alle popolazioni terremotate. Il derby più bello d’Italia è la partita più importante e partecipata della stagione: conoscendo l’umanità dell’amico Preziosi sono certo che mi seguirà in occasione del derby di ritorno.

Così Genova, esempio nel ricominciare dopo un dramma, avrà dato attraverso il calcio il 100 per cento a chi oggi non ha più nulla. Uniti per la nostra Italia!

Il Presidente
Massimo Ferrero”

Massimo Ferrero, Presidente della Sampdoria

Massimo Ferrero, Presidente della Sampdoria

La tifoseria della Sampdoria invece, in particolare i Cattivi Maestri, i Fedelissimi 1961, la Federclubs, i Fieri Fossato, gli Struppa, gli Ultras Tito Cucchiaroni 1969 e il Valsecca, invitano tutti i sostenitori blucerchiati a raccogliere fondi per le vittime del terremoto. Attraverso un comunicato congiunto apparso sui loro siti ufficiali, danno i dettagli dell’iniziativa:

Leggi anche:  Atalanta, Ruslan Malinovskyi negativo al Covid. L'attacco può respirare

AIUTIAMO IL CENTRO ITALIA

Per esprimere il dolore e la rabbia generati dalla tragedia che ha colpito il centro Italia è difficile trovare le parole. Ciò che serve, però, è un aiuto concreto: come in passato, ci siamo attivati per identificare le azioni più adatte per sostenere chi ha perso tanto, troppo, a causa del terremoto. Nel costante viavai di voci e comunicati (abbiamo lavorato su raccolte sangue e generi di prima necessità, ma al momento la situazione di entrambi risulta sotto controllo), anche grazie ai nostri contatti sul territorio, siamo giunti a questa iniziativa, ritenuta da noi la più utile e mirata:

A partire dalle h. 18,00 in Via del Piano e presso tutti gli accessi di distinti, tribuna e gradinata nord, RACCOLTA DI FONDI PER LE VITTIME DEL SISMA. Questa iniziativa si protrarrà anche per le successive partite casalinghe: intendiamo raccogliere la somma necessaria ad affrontare le opere che già stiamo valutando e andremo a realizzare interagendo con i nostri contatti locali. Nei prossimi giorni attiveremo un conto corrente per coloro che vorranno contribuire da lontano, e vi terremo aggiornati sulla raccolta e sul suo utilizzo.

Domenica, un mare di maglie Blucerchiate, pronto a sostenere le vittime del sisma.

Cattivi Maestri
Fedelissimi
Federclubs
Fieri Fossato
Struppa
Ultras Tito
Valsecca”

In un mondo complesso come quello del calcio moderno, dove chi, al vertice, potrebbe dare tanto, ma spesso non fa nulla e dove i tifosi, organizzati o non, spesso sono additati come il male del calcio, ancora un volta c’è invece chi riesce a rivelarsi per ciò che invece davvero è, senza bisogno di tanti proclami e parole inutili, ma solo con fatti precisi e concreti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: