Serie A, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova stagione

Pubblicato il autore: Domenico Nocera Segui

nike-ordem-4-gfx_osjpsmvmjyzf1wuz6rfzqgao0
Si contano ormai i minuti all’inizio della Serie A 2016-2017. Probabilmente per merito della ricca estate sportiva tra Europei, Copa America e Olimpiadi di Rio; i tre mesi di assenza del massimo campionato italiano di calcio sono passati in fretta e tra poco, alle ore 18:00 con la partita RomaUdinese, sarà tempo di ricominciare.

Anche quest’anno saranno venti le squadre che prenderanno parte al campionato di Serie A. Previsti tre posti in Champions League, di cui il terzo ai preliminari, e due in Europa League che diventerebbero tre qualora la squadra vincente nella prossima finale di Coppa Italia non sia già qualificata in Europa dal campionato. Tre le retrocessioni al prossimo campionato di Serie B.

A partire dal mese di Ottobre, sarà la prima stagione in cui verrà applicata, in fase sperimentale, la moviola in campo per gli episodi dubbi. Ci saranno solo tre turni infrasettimanali (21 settembre, 26 ottobre, 22 dicembre) e ci saranno in totale sei pause: quattro per la Nazionale (4 settembre, 9 ottobre, 13 novembre, 26 marzo), impegnata nelle qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 e due per la pausa Natalizia (25 dicembre e 1 gennaio). Il turno di Pasqua sarà anticipato al sabato, mentre la giornata finale è fissata per il 28 maggio.

La Juventus di Massimiliano Allegri, che farà il suo debutto alle ore 20:45 in un succulento anticipo contro la Fiorentina, è la squadra detentrice del titolo per il quinto anno consecutivo. Qualora i bianconeri dovessero vincere anche quest’anno centrerebbero il sesto scudetto consecutivo e sarebbe la prima volta in Italia che una squadra riesce in tale traguardo.

Per quanto riguarda le avversarie dirette dei piemontesi nella scorsa stagione, ovvero Napoli e Roma, per entrambe in caso di vittoria si tratterebbe di un trionfo dopo tanto tempo. Infatti i giallorossi mancano il traguardo da 15 anni, quando sulla panchina romana sedeva Fabio Capello; mentre per cercare l’ultimo scudetto partenopeo bisogna tornare indietro di ben 26 anni, ai tempi in cui all’ombra del Vesuvio brillava la stella di Diego Armando Maradona.

Possibili outsider le milanesi. Il Milan ha cambiato nuovamente guida tecnica e si è affidato a Vincenzo Montella, mentre esordirà nel nostro campionato Frank De Boer, allenatore che ha preso il posto di Roberto Mancini alla guida dell’Inter nella tournee di pre-campionato. Salgono invece di categoria Massimo Rastelli con il Cagliari che ha riportato in Serie A e Ivan Jurić che dal Crotone è approdato al Genoa.

Tra le squadre neopromosse Cagliari, Crotone e Pescara, l’unica esordiente assoluta è la squadra calabrese che ha concluso il campionato di Serie B 2015-2016 al secondo posto in classifica. I sardi tornano in massima serie dopo solo un anno di assenza, avendo vinto il precendente campionato cadetto; mentre gli abbruzzesi ricalcano i palcoscenici d’elite del calcio italiano dopo tre stagioni, in virtù della vittoria finale nei play-off promozione.

Per quanto riguarda infine la prima giornata, dopo i due anticipi di oggi le restanti otto partite saranno suddivise in tre fasce diverse:

DOMANI ore 18:00
Milan – Torino
DOMANI ore 20:45
Atalanta – Lazio
Bologna – Crotone
Chievo – Inter
Empoli – Sampdoria
Genoa – Cagliari
Pescara – Napoli
LUNEDI’ ore 20:45
Palermo – Sassuolo

  •   
  •  
  •  
  •