Dopo la sconfitta con il Milan: scoppia sul web la rabbia dei tifosi della Sampdoria contro l’arbitro. Irritati da Irrati

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui
IrratiNon appena l’ arbitro Irrati ha messo bocca al fischietto per concludere la partita tra Sampdoria e Milan, sul web si è scatenata la rabbia dei tifosi sampdoriani imbufaliti, non certo virtualmente, con l’arbitro toscano reo, a loro dire, di aver annullato una rete regolarissima per un fuorigioco inesistente di Barreto e di aver negato un calcio di rigore per atterramento di Torreira. Gli animi erano già caldi per gli esiti della gara persa a Roma oltre i minuti finali complice un calcio di rigore, ritenuto inesistente.
Nei vari gruppi social di Facebook, ma anche da parte di “cani sciolti”, non mancano certo i motivi per cui a Irrati fischino sonoramente le orecchie.
Il leit motiv è il solito: il trattamento riservato alla Sampdoria rispetto alle “grandi”. <<Arbitri 2- Samp 0>> ironizza Ramon e gli fa eco Sergio che dice <<Se tifiamo Sampdoria sappiamo già cosa ci aspetta>>. C’è chi vorrebbe denunciare tutto alla Procura e chi, invece, se la prende con l’arbitro ma sottolinea anche le colpe della squadra in occasione del gol rossonero. Giovanni è drastico quando propone di <<Ritirare la sqaudra dal campionato e iscriverla il prossimo a quello inglese…>>. Sul sito SampTube, che mostra le immagini della trattenuta in area ai danni di Torreira non sanzionata si legge <<Un rigore non dato, un gol valido annullato…Diamo fastidio, siamo antipatici>> mentre Omar è sarcastico quando scrive <<La regola del fallo a centrocampo: rigore per la Juve, si è estesa anche ad altre sqaudre>>. Per Fabio si può parlare di <<Partita rubata ed arbitraggio scandaloso>>, trova un precedente Federico per non giustificare l’annullamento del gol a Muriel, reo di aver colpito la palla con la mano e dice <<A Icardi glielo hanno dato il gol contro il Pescara>>.
Intanto la squadra, misurata nelle dichiarazioni del dopopartita, ha ripreso subito gli allenamenti in vista della trasferta di mercoleì a Bologna. Anche se non lo dicono, la speranza è quella di aver chiuso pagina al capitolo “Irrati e Irritanti”.
  •   
  •  
  •  
  •