Formazioni ufficiali Crotone Atalanta: Nicola si affida a Trotta, Petagna dal 1′

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Formazioni ufficiali Crotone Atalanta

Formazioni ufficiali Crotone Atalanta: ecco le scelte di Nicola e Gasperini.

Tra poco meno di un’ora allo stadio Adriatico di Pescara, in attesa dello Scida, andrà in scena la sfida salvezza tra Crotone e Atalanta. Grande occasione per i padroni di casa che sono chiamati a conquistare la prima vittoria in Serie A, nel tentativo di abbandonare l’ultimo posto in classifica. Se la vedranno contro un’Atalanta in crisi, con Gasperini sul banco degli imputati per un inizio di stagione sicuramente al di sotto delle aspettative della tifoseriea bergamasca. Ecco le scelte dei due allenatori:

Formazioni ufficiali Crotone Atalanta

CROTONE (3-4-3): Cordaz; Ceccherini, Dussenne, Ferrari; Sampirisi, Rhoden, Crisetig, Martella; Falcinelli, Trotta, Palladino. All.: Nicola.

ATALANTA (3-5-2): Berisha; Toloi, Zukanovic, Masiello; Konko, Freuler, Kessie, Kurtic, Dramè; Petagna, Gomez. All.: Gasperini.

Alla vigilia del match i due allenatori sono intervenuti in conferenza stampa per presentare la sfida. Nicola si è soffermato sull’importanza che una vittoria contro i bergamaschi avrebbe per il suo Crotone, senza però mettere eccessiva pressione ai suoi ragazzi: “La partita è importante sia per noi che per l’Atalanta, ma non è determinante. Chiaramente un nostro successo ci farebbe compiere un bel salto in classifica. Dalla gara di esordio in Serie A contro il Bologna siamo cresciuti molto. La squadra costruisce: anche nella partita persa in settimana con la Roma abbiamo creato sei occasioni da gol e non so quante squadre saranno in grado di farlo all’Olimpico. Il nostro problema in questo momento è che perdiamo molto nei duelli individuali, commettendo errori dovuti alla poca esperienza. Dobbiamo cercare di essere più pratici e determinati, provando a migliorare in questi aspetti. Il nostro percorso verso la salvezza passerà attraverso questa crescita individuale“.
Anche Gasperini, intervenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione del match, ha ribadito – come fatto da Nicola – che quella contro il Crotone non sarà un’ultima spiaggia per la sua Atalanta: “Quella contro il Crotone sarà sicuramente una partita importante, ma non decisiva. Dopo cinque giornate non ci possono essere partite decisive. Contro il Palermo meritavamo di più, abbiamo fatto più di loro, ma è in questo momento ci deve essere una reazione da parte nostra“.
Gasperini è un ex del match, avendo iniziato proprio a Crotone la sua carriera da professionista, e nei confronti del suo ex club usa parole al miele: “Devo molto a Crotone, alla società e alla città. Ha rappresentato la mia prima esperienza da professionista ed è stata molto positiva e bella: ricordo con grande affetto moltissime persone. Ora però sono l’allenatore dell’Atalanta e il mio obiettivo deve essere quello di far migliorare e crescere la mia squadra, cercando di ottenere dei risultati importanti.
Si parla poi del fatto che il Crotone non potrà giocare davanti ai suoi tifosi, ma sarà costretto a trasferirsi a Pescara per l’occasione: “Sicuramente per loro sarebbe stato diverso poter giocare sul loro campo che è sempre molto caldo, noi però non dobbiamo assolutamente farci condizionare dall’ambiente che troveremo, ma concentrarci solo sull’avversario. Il Crotone è una squadra che corre, che ha le sue caratteristiche e finora sha cercato di giocarsela sempre con tutti”.

  •   
  •  
  •  
  •