Highlights 6° giornata Serie A: tutti i risultati e le voci dei protagonisti

Pubblicato il autore: ilaria nespoli Segui
6° giornata Serie A

6° giornata Serie A


 

La 6° giornata Serie A vede la Juventus ancora in testa alla classifica, seguita a ruota dal Napoli. Dopo il mezzo passo falso dell’Inter contro il Bologna e il flop della Roma a Torino lo scudetto è già sfida a due?

GLI ANTICIPI DEL SABATO

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS PALERMO-JUVENTUS 0-1 (49’ st autogol Gualdaniga): Vince ma non convince la Juventus che al Barbera ha sconfitto il Palermo per 1-0 grazie ad un autogol di Gualdaniga che devia in rete un gran tiro da fuori di Dani Alves. Un risultato che se consente ai bianconeri di rimanere primi in classifica non può certo far felice Max Allegri soprattutto per la tanta sofferenza patita nel finale di secondo tempo dalla sua squadra apparsa poco brillante. Tanti anche gli infortuni rimediati dalla Juve con Rugani ko già dal 30’ pt e Asoamoah che lascia in 10 i suoi per esaurimento dei cambi.
Il mister livornese vede comunque il bicchiere mezzo pieno: “Dobbiamo sbagliare di meno, sotto l’aspetto tecnico non bene ma ribadisco che l’importante era portare a casa i tre punti”.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS NAPOLI-PALERMO 2-0 (24’ Gabbiadini, 39’ Hamsik): prova di forza del Napoli che ferma il Chievo dopo tre risultati utili consecutivi dei clivensi. Decidono i gol di Gabbiadini e del solito Hamsik, al 100esimo centro in A. Si conferma la legge del San Paolo dove Sarri è imbattuto in campionato (19 vittorie e 3 pareggi).
Il tecnico del Chievo Maran prospetta addirittura un Napoli più forte dell’anno scorso: “Senza l’ex Higuain, i partenopei hanno più carte per giocarsi il campionato”.

LE PARTITE DELLA DOMENICA

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS TORINO-ROMA 3-1 (8′ Belotti, 7′ st rig. e 20′ st Iago Falque, 10′ st rig. Totti. A sbloccare il risultato ci pensa Belotti dopo soli 8 minuti dall’inizio della partita. Il Torino raddoppia al 53’ grazie ad un rigore di Iago Falche (fallo di Peres su Belotti). Rigore, il quinto in sei partite, anche per la Roma concesso per atterramento in area di rigore di Perrotti. Va sul dischetto Capitan Totti, che proprio oggi spegne le sue 40 candeline, e realizza il 250esimo gol in Serie A. A rovinare la festa al capitano giallorosso ci pensa però ancora l’ex Iago Falche che al 65’ realizza la sua doppietta personale, fissando il risultato finale sul 3-1.
Alla seconda sconfitta in trasferta in 8 giorni, le sensazioni di Spalletti al termine del match sono un misto fra delusione, rabbia e mea culpa: “Abbiamo fatto una partita dove potevamo prendere dei vantaggi. Purtroppo nelle letture siamo stati lenti ed imprecisi. Andiamo in confusione alle prime difficoltà perché ci sono delle menti un po’ malate che pensano che le cose vengano fuori dalle nostre qualità senza, però, metterci la testa e senza andare alla ricerca di uno sforzo maggiore. Sono io il primo responsabile perché durante gli allenamenti dovrei accorgermene e lavorare su questo aspetto mentale“. Decisamente opposto il tono di mister Mihajlovic che per i suoi granata a solo parole di elogio: “Oggi in campo 11 tori: 3 gol, 1 palo e 4-5 occasioni, siamo stati sempre compatti e corti”.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS INTER-BOLOGNA 1-1 (14′ Destro, 37′ Perisic). Solo un pareggio per l’Inter a San Siro contro il Bologna che passa addirittura in vantaggio con Destro al 14’, al terzo centro in Campionato quest’anno. A pareggiare i conti per i neroazzurri ci pensa un gol fantastico di Peresic al 37’, che con Icardi è l’unico finora a segnare in casa Inter. Promette rinforzi nel mercato invernale, il vice presidente dell’Inter, Javier Zanetti. Ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’, l’ex Capitano ha aggiunto di essere soddisfatto del lavoro di mister De Boer e di vedere i presupposti per fare bene in questa stagione.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS LAZIO-EMPOLI 2-0 (29’Keita, 90’ Lulic): Buona prova della Lazio che grazie al successo per 2-0 sull’Empoli all’Olimpico raggiunge la Roma al quarto posto in classifica A 10 punti, in condominio con altre ben tre squadre: Milan, Chievo e Bologna. Il grosso, la squadra di Simone Inzaghi lo fa nel primo tempo, creando buon gioco e tante occasioni da gol. Nel secondo tempo invece i biancocelesti subiscono per lunghi tratti il gioco dell’Empoli che meriterebbe il pareggio. Poi ci pensa Lulic al 90’ a blindare i 3 punti per la sua squadra. “Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, avremmo dovuto raddoppiare. Abbiamo tuttavia 10 punti, un ottimo bottino dopo questo inizio di campionato”- queste le parole post gara di Simone Inzaghi.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS GENOA-PESCARA 1-1 (3′ st Simeone, 40′ st Manaj): Al Ferraris termina 1-1 un match, quello fra Genoa e Pescara che alla vigilia prometteva marcature ben più ampie. A sbloccare la gara al 3’ del secondo tempo è il Genoa con l’emergente Giovanni Pablo Simeone, figlio del “Cholo” al primo gol in Serie A. Poi nel giro di 5′ espulsi Edenilson e Pandev e gli abruzzesi trovano il pari nel finale con Manaj a cinque minuti dal fischio finale. Proteste dei genoani per l’arbitraggio di Irrati: al di là delle espulsioni il Grifone rivendica un fallo di mano di Zampano rigore non concesso nel primo tempo.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS SASSUOLO-UDINESE 1-0 (34′ Defrel): Vittoria del carattere per il Sassuolo che con ben 5 titolari indisponibili (Berardi, Cannavaro, Duncan, Gazzola e Missiroli) ha la meglio sull’Udinese grazie a un gol di Defrel al 34’, tornando alla vittoria dopo la sconfitta di Verona contro il Chievo. Inizio di stagione fantastico per l’attaccante, al quarto gol in cinque partite disputate. Troppo tardiva la reazione degli ospiti. A Sassuolo si attende per fine mese anche l’esito del ricorso presentato per i tre punti di penalizzazioni nella gara contro il Pescara, con i quali gli emiliani salirebbero a 12 punti in classifica che significano terzo posto.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS FIORENTINA-MILAN 0-0: finisce con un pareggio a reti inviolate il match del Franchi fra la Viola ed il Milan. Per la Fiorentina da registrare un rigore fallito da Ilicic e un atteggiamento molto aggressivo atteggiamento con tanti tiri nella porta difesa da Donnarumma. Contento dello spirto dei suoi mister Paulo Sousa:”Ho chiesto più cattiveria per fare più male ai nostri avversari e oggi l’ho vista durante tutta la partita. Avremmo meritato la vittoria”.

I POSTICIPI DEL LUNEDÌ

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS CROTONE-ATALANTA 1-3 (3′ Petagna, 40′ Kurtic, 46’ pt Gomez, 86′ Simy): 5 sconfitta in 6 partite per il Crotone che “in casa” in uno stadio particamente vuoto perde contro l’Atalanta per 3-1 grazie alle reti di Petagna, Kurtic, Gomez. La marcature, tutte realizzate nel primo tempo, fanno a quota 14 i gol presi dal Crotone in 6 partite. La ripresa è solo una formalità per gli uomini di Gasperini e il gol della bandiera del nigeriano Samy serve solo ad arricchire il tabellino finale.

6° giornata Serie A HIGHLIGHTS CAGLIARI-SAMPDORIA 2-1 (37′ Joao Pedro, 86′ Bruno Fernandes, 88′ Melchiorri): al Sant’Elia di Cagliari, vincono i padroni di casa grazie alle reti di Jao Pedro e Melchiorri, dopo il gol del momentaneo pareggio doriano di Bruno Fernandes. Gran parte della sconfitta della Samp, la quarta consecutiva, porta la firma di Viviano che fallisce l’intervento su Melchiorri che può facilmente infilare in porta, a due minuti dalla fine. Dopo le sconfitte con Roma e Milan per episodi e contro il Bologna, la Samp sembra aver litigato con la dea bendata. La prende con filosofia l’allenatore Giampaolo: “Ci gira male, peccato. E’ un momento così e dobbiamo uscirne al più presto”.

6° giornata Serie A – La classifica completa

La classifica della 6° giornata Serie A

La classifica della 6° giornata Serie A

 

Prossimo appuntamento a sabato 1 ottobre con gli anticipi della 7° giornata.

  •   
  •  
  •  
  •