Roma, il ritorno del Capitano

Pubblicato il autore: rossana.nardacci Segui

Il ritorno del capitano
Un’altra puntata di una carriera straordinaria: alla soglia dei 40 anni il 10 giallorosso è ancora decisivo.
La Magica di Francesco Totti, al termine di una partita interrotta per 80 minuti a causa del diluvio che aveva messo in dubbio anche la sua prosecuzione, con il cuore in gola, è riuscita a vincere all’ultimo secondo grazie ad un calcio di rigore realizzato dal Capitano.
E’ stato proprio il Capitano, con il suo ingresso in campo all’inizio del secondo tempo, a cambiare la partita. La prima occasione concessagli da Spalletti in questa stagione, l ha sfruttata alla sua maniera.Così i giallorossi, grazie al loro fedele Capitano, sono tornati alla vittoria al termine di una partita complicata in cui la Squadra, vittima delle sue incertezze, si è subito smarrita ed ha permesso alla Sampdoria di pareggiare grazie ad un gran goal di Muriel.
La Roma ha continuato a sbandare trovatasi senza idee e con tanti giocatori incapaci di reagire. Quasi vicina al tracollo, il Capitano incomincia a scaldarsi da solo sotto il diluvio. Un’immagine commovente. Quel lungo riscaldamento, per preparare l’ingresso in campo, è stato quasi un segnale per la squadra.
Spalletti ha cambiato la Roma impacciata con l’ingresso del Capitano e di Dzeko, al posto di Perotti ed El Shaarawy.
Il ritorno del Capitano ha cambiato la partita. Totti è salito subito in cattedra. Il pressing della Roma è diventato un assedio e Dzeko ha avuto molte occasioni per segnare.
Ma all’improvviso ha smesso di piovere ed in campo si è vista la luce. Assist, rigore ed apoteosi. Il Capitano ha realizzato il goal all’ultimo secondo del recupero, come contro l’Australia al Mondiale nel 2006.
Così il Capitano che doveva diventare un “non giocatore” viene rimesso sul trono a pochi passi dai 40 anni. E l’allenatore afferma che Totti giocherà altri 5 anni. Un punto fondamentale per la sua squadra.

  •   
  •  
  •  
  •