Serie A, il ritorno della ‘favola’ Chievo

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Maran
In questo inizio di stagione il Chievo allenato da Maran sta sorprendendo tutti. Dopo le prime cinque giornate di campionato la seconda squadra di Verona, si ritrova al terzo posto in classifica a quota 10 punti insieme a Roma e Inter. La seconda squadra di Verona in questa prima parte di stagione ha battuto l’Inter, il Sassuolo e l’Udinese. I friulani sono diretti concorrenti per la salvezza. Poi gli uomini di Maran hanno anche pareggiato con la Lazio, squadra che ambisce ad un posto in Europa League. Quest’estate sulla panchina dei veneti ci sarebbe dovuto essere un altro allenatore. Il presidente Campedelli stava pensando di sollevare Maran dal suo incarico. Poi però dopo aver appianato le divergenze tutto è tornato alla normalità e il tecnico trentino è rimasto sulla panchina del Chievo per la terza stagione consecutiva. Un inizio così non si vedeva dalla stagione 2001-2002, la prima in serie A del Chievo.  Quindici anni fa gli uomini allenati dall’allora tecnico Luigi Del Neri, si issarono addirittura fino al primo posto che mantennero fino a novembre. La squadra veneta aveva due ali come Luciano e Manfredini, che spingevano molto sulla fascia, uno sconosciuto Simone Perrotta che cinque anni più tardi sarebbe diventato campione del mondo con la nazionale italiana, Eugenio Corini come regista e in attacco la coppia CorradiMarazzina. Il campionato della neopromossa si concluse con un sorprendente quinto posto che valse la qualificazione in Coppa Uefa. Ora i tifosi veneti sognano un altro miracolo visto il sorprendente inizio. I veri trascinatori della squadra sono due centrocampisti come Birsa e Castro a quota due goal. Il reparto che sta deludendo è l’attacco. Meggiorni, Floro Flores, Inglese e Pellissier, sono ancora a zero goal. Fino a quando la squadra continua a giocare così i goal degli attaccanti possono anche aspettare. Fino a due stagioni fa il giocatore da doppia cifra era Alberto Paloschi. Poi il Chievo decise di accettare l’offerta dello Swansea allenato da Guidolin e permettergli di giocare in Premier League.  Dopo la sfortunata parentesi inglese Paloschi ha deciso di tornare in Italia accettando la proposta dell’Atalanta che era alla ricerca di un attaccante.  Nel prossimo turno il Chievo è atteso dalla delicata sfida contro il Napoli in trasferta. Per gli uomini di Maran non sarà facile fare punti al San Paolo. Il Napoli di Maurizio Sarri vuole tornare alla vittoria e un altro passo falso, lo allontanerebbe ulteriormente dalla Juve.  I giocatori e i tifosi però non devono farsi prendere da facili entusiasmi. Il campionato del Chievo si basa sul raggiungimento della quota salvezza a quaranta punti. Quindi per raggiungerla dovrà lottare con Cagliari, Bologna,Crotone, Pescara,Palermo e Udinese. Quello della stagione 2001-2002 è stato  un campionato straordinario e irripetibile. Attualmente è molto difficile per una squadra come il Chievo puntare alla zona Europa League visto che ci sono squadre come Milan, Inter, Fiorentina, Lazio e Torino che sono più attrezzate.  Certo il mercato estivo del Chievo non ha regalato colpi. L’unico nome di spicco arrivato a Verona è stato Stefano Sorrentino dal Palermo. Il portiere era già stato al Chievo dal 2008 al 2013. I tifosi però in questa stagione  potranno togliersi parecchie soddisfazioni.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, per gennaio Maldini vuole un vice Ibra: ecco i tre nomi sul taccuino
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: