Inter, contro la Juventus ultima chiamata per De Boer! Se salta l’olandese avanza il nome di Capello

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Capello Nazionale arbitri
La pesante sconfitta di ieri contro l’Hapoel Beer Sheva ha aperto una importante frattura tra Frank De Boer e la società nerazzura. La posizione del tecnico olandese, subentrato a Mancini ad inizio agosto, non è più così salda e la fiducia del gruppo Suning nei confronti dell’ex Ajax è ai minimi termini. Domenica contro la Juventus potrebbe già essere un crocevia fondamentale per il futuro di De Boer che, in caso di pesante sconfitta contro i bianconeri, potrebbe anche essere esonerato.
I campanelli d’allarme suonati dopo le gare di campionato contro Chievo Verona e Palermo sono tornati a risuonare in maniera ancora più forte in casa Inter dopo l’opaca prestazione in Europa League contro gli israeliani dell’Hapoel Beer Sheva. Che la formazione israeliana fosse una squadra ben organizzata non c’erano dubbi ma il pesante k.o. subito dall’Inter  non è stato soltanto frutto dell’organizzazione e della bravura dell’Hapoel. Tante responsabilità sono da addebitare proprio alla gestione della gara da parte di De Boer che ha sbagliato formazioni iniziale trascinandosi questo errore fino alla fine del match. L’Inter ha dato l’impressione di essere una squadra tatticamente allo sbando, con poche e confuse idee. Ed in attacco senza Icardi la formazione nerazzurra perde gran parte del suo potenziale.  Sul banco degli imputati non poteva non finire proprio il tecnico olandese che sta dimostrando di adattarsi lentamente al nuovo ambiente milanese.  Il tecnico scelto da Thohir per il dopo Mancini ha esaurito tutto il suo credito in quattro partite, due sconfitte, un pareggio e una sola vittoria. Dopo la figuraccia europea la sua panchina si è fatta traballante e l’esonero non è una cosa impossibile. Molto dipenderà dalla gara di domenica pomeriggio contro la Juventus. In caso di altro pesante k.o. il futuro di De Boer sulla panchina nerazzurra potrebbe essere veramente a forte rischio. Anche le clausole presenti nel contratto del tecnico olandese sembrano favorire in tal senso una drastica scelta da parte del gruppo Suning. Infatti con 1,5 milioni di euro l’Inter potrebbe salutare De Boer risparmiando molto sull’ingaggio dell’olandese.
Il sogno dei tifosi interisti rimane Diego Simeone ma, nonostante il Cholo si sia accorciato il contratto con l’Atletico Madrid portando la scadenza dello stesso al 2018, questa ipotesi è destinata a rimanere al momento soltanto un sogno.  In caso di esonero di De Boer il nome più gettonato sembra essere quello di Fabio Capello. Il tecnico ex Milan e Juventus ha il profilo giusto per rilanciare la squadra e, fattore molto importante, gode di molta considerazione in Cina. Rimane da valutare, invece, l’impatto che potrebbe avere una scelta del genere sui tifosi nerazzurri che dovrebbero accogliere sulla panchina della propria squadra del cuore un “ex” Juventus e Milan forse non molto gradito…

  •   
  •  
  •  
  •