Inter, cosa fare con Kondogbia? De Boer lo boccia e adesso il suo futuro nerazzurro è a rischio

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
kondogbia-azione-bis-inter-luglio-2015-ifaBocciato senza appello. L’avventura di Kondogbia all’Inter, dopo il trasferimento shock della scorsa estate ( oltre 30 milioni di euro versati dall’Inter al Monaco e concorrenza del Milan superata in volta dai nerazzurri), sembra volgere mestamente se non alla fine ma verso un precipizio dal quale sarà difficile risalire. La scelta di ieri del tecnico dell’Inter Frank De  Boer di sostituire il centrocampista francese dopo soli 28 minuti di gara rappresenta una sentenza inequivocabile per Kondogbia. E le parole dello stesso allenatore utilizzate in conferenza stampa per spiegare l’esclusione del giocatore pesano davvero come macigni sul futuro di Kondogbia in nerazzurro.

Le dichiarazioni di De Boer su Kondogbia

 “Kondogbia non vuole capire ciò che io gli chiedo di fare. Stamattina abbiamo parlato, gli ho detto che deve giocare semplice, ma lui non vuole ascoltare. E se non vuoi ascoltare devi sentire. Quando sei di spalle, devi giocare semplice, molte volte ripete gli stessi errori”.

Leggi anche:  Udinese-Atalanta probabili formazioni: Josip Ilicic al fianco di Zapata in attacco?

L’errore più grave commesso da Kondogbia, in una mezz’ora di partita completamente insufficiente, è stato in occasione del gol del Bologna quando il francese si è fatto strappare palla a centrocampo e ha innescato il contropiede poi portato avanti da uno strepitoso Verdi prima del tocco vincente di Destro. Ma nel complesso la prestazione del centrocampista ( utilizzato da titolare per l’infortunio di Joao Mario) non ha per nulla soddisfatto De Boer che prima della mezz’ora ha deciso di sostituire il francese con Gnoukouri.  La scelta del tecnico dell’Inter è stata salutata con soddisfazione dai tifosi interisti che hanno chiaramente dimostrato da che parte essere in questa situazione. Kondogbia, dopo la sostituzione, è rientrato a testa bassa negli spogliatoi senza neppure guardare De Boer.
Per il francese il momento non è sicuramente dei migliori. Escluso dalla lista Europa League ( ufficialmente per motivi legati al Fair Play Finanziario), bocciato in campionato e con un ambiente che da lui si aspettava grandi cose ( visto anche l’investimento fatto dall’Inter la scorsa estate) e che invece ormai da tempo ha perso la fiducia nei suoi confronti. E non per ultimo la bocciatura, netta, fatta dall’allenatore. Il centrocampista rappresenta un investimento che l’Inter non può permettersi di “bruciare” ma stando così le cose non appare fantascienza la possibilità che la società nerazzurra possa mettere in conto anche un trasferimento del giocatore. Se non già a gennaio ma la prossima estate.

Leggi anche:  Champions League, Inter: ecco le combinazioni per qualificarsi agli ottavi
  •   
  •  
  •  
  •