Inter-Juventus 2-1: è la vittoria di De Boer. Ora gli si chieda scusa…

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Inter Juventus De Boer
Inter-Juventus 2-1: De Boer mette a tacere le critiche.

Dopo la sconfitta casalinga subita contro l’Hapoel Be’er Sheva, intorno all’ambiente interista è scoppiato il caos. Leggendo i giornali e ascoltando il parere degli addetti ai lavori, sembrava che la stagione nerazzurra potesse dirsi già conclusa. Nel mirino della critica, come accade quasi sempre in questi casi, è finito lo stesso Frank De Boer.
Questa volta però, le critiche piovute nei confronti dell’ex allenatore dell’Ajax sono state assolutamente eccessive: sembrava quasi che De Boer fosse uno sprovveduto, catapultato sulla panchina nerazzurra un pò per caso, senza apparenti meriti.
Da più parti si è fatta la corsa a trovare le colpe dell’allenatore olandese e a individuare il suo sostituto in caso – probabile secondo molti – di pesante sconfitta contro la Juventus di Massimiliano Allegri.

Leggi anche:  Sassuolo-Inter, la risposta dei nerazzurri: 3-0 al Mapei Stadium

Le cose però per fortuna dell’Inter, del suo allenatore e dei tifosi, sono andate in modo diametralmente opposto. Frank De Boer è stato capace di vincere tatticamente la sfida contro Allegri, è riuscito ad imporre la sua idea di gioco fatta di pressing e di alta intensità. In 95′ è riuscito a conquistare l’intero popolo nerazzurro, spazzando via le ingenerose critiche piovute da più parti nei suoi confronti.
E dire che il tecnico olandese è arrivato a Milano a sole due settimane dall’inizio della stagione, in un campionato del tutto nuovo, in una realtà tutta da conoscere: motivi sufficienti questi per giustificare un inizio con il freno a mano tirato. A De Boer però, non hanno perdonato nulla sin dal primo momento, pretendendo dalla sua Inter vittore e gioco sin dall’esordio contro il Chievo.Dopo la sconfitta subita in Europa Legue si stavano preparando i funerali sportivi del tecnico olandese, ma l’ex allenatore dell’Ajax ha reagito e non si è fatta abbattere dalla montagna di critiche ingiustificate piovutegli addosso. Ha battuto la Juventus – impresa che in campionanto non riusciva all’Inter dal 2010 – e si è subito rialzato.
Forse, a distanza di pochi giorni dai fiumi d’inchiostro spesi per attaccarlo deliberatamente, qualcuno dovrebbe chiedergli scusa

  •   
  •  
  •  
  •