Inter-Juventus 2-1, le dichiarazioni degli allenatori

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
Finale Coppa Italia Inter Juventus 13 aprile 2016
INTER-JUVENTUS 2-1 – La Juventus perde la prima partita stagionale a San Siro contro l’Inter di De Boer per 2-1. Buona partita dei nerazzurri che hanno largamente dominato il gioco, mentre i bianconeri sembrano l’altra faccia della medaglia della squadra vista contro il Sassuolo, a larghi tratti apparsa timorosa di fare il gioco. Le reti sono state siglate da Lichtsteiner al 61′, pareggio interista di Icardi al 63′ e gol del definitivo 2-1 di Perisic al 78′. Nel finale espulso Banega  (Inter) per somma di ammonizioni.

Inter-Juventus 2-1, le dichiarazioni degli allenatori

FRANK DE BOER, ALLENATORE INTER: “ABBIAMO MERITATO PERCHE’ ABBIAMO GIOCATO DA SQUADRA” – Le parole del tecnico nerazzurro a Sky Sport dopo il successo della sua squadra in casa contro la Juventus: “I bianconeri ti da carica, ci siamo detti di giocare da squadra fino alla fine, cosa che non è stata fatta giovedì. E’ una vittoria meritata, faccio i complimenti alla squadra, crediamo in quel che facciamo ed è una giusta ricompensa. Questa è la squadra che volevo, però possiamo ancora migliorare. Lottiamo da squadra, poi la qualità farà la differenza. Siamo rimasti lucidi sotto, abbiamo parlato molto in settimana riguardo questa eventualità. Spesso ci è capitato di perdere la testa, fosse successo oggi sarebbe stato un disastro. Siamo stati concentrati, sono contento per tutti, che hanno dato il massimo. Perisic? Non era al 100%, è stato fermo quasi 4 giorni, mentre Eder stava meglio, al 100%. Sapevo che Ivan poteva essere pericoloso a gara in corso. Ho una rosa ampia. Scudetto? E’ bello vincere gare così, la Juventus è la migliore squadra italiana. Bello fare certi pensieri, ma è meglio guardare all’Empoli per fare altri passi avanti. Sono contento della prova, ma ora dobbiamo mostrare continuità, altrimenti torneremo a perdere. Se troveremo continuità vinceremo diverse partite, e faremo i conti. Oggi è un bel regalo e un’iniezione di fiducia per l’ambiente. Bonucci è bravissimo nel far ripartire l’azione, ci abbiamo messo molta attenzione con Medel per coprire le linee di passaggio. Candreva ha messo pressione su Chiellini, Eder su Barzagli. Tutto il team deve muoversi in modo omogeneo e compatto, ma bisogna farlo sempre”.

MASSIMILIANO ALLEGRI, TECNICO JUVENTUS: “RIMONTA CHE FA MALE” – Ecco come l’allenatore bianconero ha analizzato la sconfitta bianconera ai danni dell’Inter ai microfoni di Mediaset: “Bisogna vedere le cose positive: questa sconfitta ci fa bene, magari ci brucia dentro, dopo essere passati in vantaggio non si può prendere quei gol. Abbiamo sbagliato molto, abbiamo subito troppi contropiedi, dove l’Inter si è resa pericolosa. Pjanic ha giocato una partita diligente, serviva più tecnica lì davanti e Lemina ha giocato molte partite, non è lui il problema. Quando siamo passati in vantaggio abbiamo allentato la pressione. Bisogna convivere con il terrore mediatico, al momento la Juve a detta di tutti è una squadra di un altro pianeta che deve sempre vincere, ma per vincere serve cattiveria, oggi non abbiamo fatto una buona partita, questa è la dimostrazione che quando cala tensione, si fanno partite così contro un’Inter che ha fatto una buona prestazione. Secondo me la formazione era giusta. E’ un momento in cui abbiamo perso una partita, abbiamo giocato le prime quattro gare contro le prime sette squadre del campionato scorso, ma questa è una sconfitta che deve farci tornare con i piedi per terra. Questa sera era una partita sporca da portare a casa ma non ci siamo riusciti. Oggi siamo partiti con il sistema di gioco che ci deva più certezza, magari cambieremo, abbiamo bisogno di tempo, ci sono ragazzi giovani, a livello di condizione alcuni sono indietro, dobbiamo trovare un equilibrio, siamo stati bravi a vincere tre partite, oggi abbiamo perso contro una diretta concorrente per il campionato, dispiace aver preso gol dopo il vantaggio, lì siamo mancati di cattiveria. Complimenti all’Inter che ha fatto una grande gara, aveva più cattiveria di noi che siamo andati in vantaggio col minimo sforzo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter-Real Madrid streaming live e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere il match di Champions League